Cerca

Eurolega, il Cras ha urna benevola

La polacca Wisla Cracovia, la campionessa di Slovacchia Kosice, l'ungherese Mizo Pécs, di nuovo la lettone TTT Riga e la francese Uso Mondeville. Sono questi gli avversari che il Cras Taranto affronterà nel girone A della seconda Eurolega consecutiva della sua storia. E' quanto venuto fuori dall'urna di Monaco di Baviera dove ieri la Federbasket europea ha organizzato il sorteggio della massima competizione continentale per club (per il Cras c'era il dirigente Roberto Anelli). Per le ioniche, è un girone di sicuro meno duro di quello dell'anno scorso
• Il 28 ottobre debutto in casa contro il Kosice
Eurolega, il Cras ha urna benevola
di ANGELO LORETO 

La polacca Wisla Cracovia, la campionessa di Slovacchia Kosice, l'ungherese Mizo Pécs, di nuovo la lettone TTT Riga e la francese Uso Mondeville. Sono questi gli avversari che il Cras Taranto affronterà nel girone A della seconda Eurolega consecutiva della sua storia. E' quanto venuto fuori dall'urna di Monaco di Baviera dove ieri la Federbasket europea ha organizzato il sorteggio della massima competizione continentale per club (per il Cras c'era il dirigente Roberto Anelli). Per le ioniche, inserite nella terza fascia grazie al nono posto tra le 16 qualificate agli ottavi della passata edizione, se non è un girone abbordabile è di sicuro meno duro di quello dell'anno scorso. 

A partire favorita per il primo posto è sicuramente il Wisla Can-Pack di Cracovia che, come l'Uso Mondeville, ha usufruito di una wild card., ha partecipato alle 6 ultime Euroleghe, con un trend di 37 successi e 44 sconfitte. Miglior risultato il quarto posto del 2010. Il centro statunitense Burse (ex La Spezia) è stata la ultima leader in campo europeo con la media-match di 14.9+10.5 punti e rimbalzi. Il Good Angels Kosice, campione della Slovacchia, è la seconda testa di serie del gruppo A. 5 Euroleghe sinora giocate, 23 vinte e 43 perse il trend firmato, miglior risultato di sempre i quarti di finale della passata Eurolega. La quarta testa di serie del gruppo A è il Mizo Pécs 2010. Per le ungheresi 16 Euroleghe giocate ininterrottamente dal 1996. I migliori risultati sono i terzi posti nel 2001 e nel 2004 (128 vittorie e 103 sconfitte). Giocatrici più produttive dell'ultima Eurolega (out agli ottavi con Cracovia), sono state l'ala Anna Vajda (14.8 punti) e la "lunga" d'America Nicole Ohlde con 7.8 rimbalzi a incontro. Il lettone TTT Riga il Cras lo conosce già, avendolo battuto 2-0 l'anno scorso. Così come è una vecchia conoscenza la francese USO Mondeville, che Taranto ha affrontato nella fase preliminare della sua prima Europe Cup nel 2003 quando vinse in casa (66-61) e perse fuori (64-73). «Il girone dell'Eurolega è equilibrato ma non complicato per noi» commenta Roberto Ricchini. 

«Non ci sono avversari di un livello improponibile rispetto agli altri, come ci era capitato nella passata edizione, quando ci ritrovammo davanti Valencia ed Ekaterinburg». Il tecnico rossoblù però vuole attendere prima di esprimersi sul potenziale delle avversarie «perché - dice - ancora non sono noti i roster definitivi. Ma di sicuro posso dire che Pécs è un'esperta della competizione, sebbene negli ultimi anni abbia leggermente ridimensionato il suo budget; che Kosice ha perso la ottima attaccante McCoughtry, ma potrebbe confermare la sua brava connazionale Dupree; che Cracovia va presa con le pinze vista la sua partecipazione all'ultima final four dell'Eurolega; e che sia Mondeville che Riga, al momento, si presentano come due incognite ». Per il presidente Angelo Basile «il sorteggio è stato benevolo per quanto concerne l'uscita dall'urna delle squadre delle prime due fasce. Riga e Mondeville potrebbero essere compagini cuscinetto, mentre le altre Cracovia, Kosice e Pécs vanno rispettate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400