Cerca

Bonucci verso la Juve riscattato dal Bari per 8 milioni di euro

Il cartellino del difensore azzurro Leonardo Bonucci è tutto del Bari e così potrà essere ceduto alla Juventus: il club pugliese oggi pomeriggio lo ha riscattato dal Genoa per una cifra vicina agli otto milioni di euro. Il ds pugliese, Angelozzi, ha anche ufficializzato l’intesa proprio con la Juve per la compartecipazione del centrocampista argentino Sergio Almiron. Nei prossimi giorni verrà formalizzato l’accordo dopo l’indispensabile incontro con il procuratore del regista argentino, Claudio Vagheggi
Bonucci verso la Juve riscattato dal Bari per 8 milioni di euro
BARI – Leonardo Bonucci è da considerarsi un giocatore della Juve. Non c'è ancora l’ufficialità, ma il cartellino del difensore azzurro è stato riscattato per intero dal Bari, che ora ne tratterà la cessione con la Juventus. I pugliesi verseranno nelle casse del Genoa, che ne deteneva la seconda metà, una cifra vicina agli 8 milioni di euro. Dietro il riscatto del giocatore c'è un complesso accordo a tre tra Juve, Genoa e Bari, che, una volta definito nei dettagli, dovrebbe comportare la cessione per intero di Criscito, oltre al rinnovo della comproprietà dell’attaccante Palladino, con il Genoa; e la cessione, sempre in comproprietà, di Almiron al Bari.

Ai pugliesi dovrebbe andare anche un sostanzioso conguaglio, ma si parla anche del giovane attaccante della Primavera bianconera Ciro Immobile.
Risolta prima di andare alle buste anche un’altra comproprietà 'caldà: il Cesena ha ceduto all’Atalanta, che ne deteneva già la metà del cartellino, l’altra metà dell’esterno italo-argentino Ezequiel Matias Schelotto, che però la prossima stagione rimarrà in prestito nelle file bianconere. Inutilmente, fino alla fine, la Lazio ha cercato di inserirsi per strappare il giocatore agli orobici. Nell’operazione il Cesena, oltre a un paio di milioni, ha ottenuto il prestito del centrocampista Fabio Caserta e del centrale argentino Maximiliano Pellegrino.

«Siamo soddisfatti di questa operazione, era quello che cercavamo», ha detto il presidente del Cesena, Igor Campedelli. «Abbiamo monetizzato e ottenuto anche giocatori importanti per il nostro cammino in A».

In campo internazionale, con una mossa a sorpresa, il Chelsea sta cercando di strappare al Manchester City lo spagnolo David Silva, che pareva ormai destinato a firmare per la squadra di Roberto Mancini. Tra City e Valencia – scrive oggi il Sun - l'accordo è ormai raggiunto sulla base di 35 milioni di euro, ma i Blues – secondo quanto riporta il Daily Mail – possono contare sull'intesa con l’esterno spagnolo, che preferirebbe giocare in Champions League. Al di là dell’esito della trattativa per Silva, però, Roman Abramovich ha già accantonato per il mercato un tesoretto di circa 50 milioni di euro, che potrebbe servire per arrivare a due centrocampisti della Germania, Mesut Ozil e Thomas Muller. Intanto incassa il rinnovo di Anelka, che ha prolungato di un anno con i Blues.

In casa Manchester United, dopo aver preso informazioni su Luis Fabiano, che costa circa 25 milioni di euro, Sir Alex Ferguson segue il tornante messicano dei Pumas Pablo Barrera, che piace anche al Tottenham e alla Lazio. Sempre al White Hart Lane, scontato il divorzio da Robbie Keane, non si è persa la speranza di arrivare al difensore danese Simon Kjaer, valutato 15 milioni di euro: anche Manchester United e City corteggiano il centrale del Palermo.
Resta calda, infine, la pista che porta il centravanti serbo Milan Jovanovic all’Inter, perchè Rafael Benitez ha confermato di essere un suo grande estimatore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400