Cerca

Noci corona il grande sogno giocherà nella serie A d'Elite

La società biancoverde festeggia il traguardo raggiunto dopo 40 anni di storia sportiva: grazie all’accoglimento della domanda di ripescaggio, finalmente la compagine nocese nella prossima stagione coronerà il sogno di disputare il massimo campionato maschile di pallamano. Non sta nella pelle il presidente Stefano Cammisa, da oltre un decennio alla guida del sodalizio pugliese
Noci corona il grande sogno giocherà nella serie A d'Elite
di Antonello Roscino

NOCI - La Pallamano Noci è in Elite. La società biancoverde festeggia il traguardo raggiunto dopo 40 anni di storia sportiva: grazie all’accoglimento della domanda di ripescaggio, finalmente la compagine nocese nella prossima stagione coronerà il sogno di disputare il massimo campionato maschile. Non sta nella pelle il presidente Stefano Cammisa, da oltre un decennio alla guida del sodalizio pugliese: «Sono davvero felicissimo, questo è il giusto premio per l’intero paese, non è certo un traguardo che voglio festeggiare da solo, credo sia giusto e doveroso condividere questo momento di grande gioia con tutti coloro che hanno creduto nel nostro progetto, dal Sindaco al custode del palazzetto, nessuno escluso, solo con il lavoro e la collaborazione di ognuno di quelli che ci è stato accanto in questi anni abbiamo potuto coronare il nostro sogno».

La Pallamano Noci, dunque, arricchisce il novero di squadre pugliesi ai nastri di partenza della prossima elite a 12 squadre, con la rappresentanza regionale che resterebbe comunque fissata in tre formazioni per il probabile l’addio del Casarano. «Tutto è frutto di programmazione - spiega Cammisa - questo salto di categoria l’abbiamo inseguito a lungo ma capita nel momento più difficile per l’economia della città e, ovviamente, della società. Stiamo lavorando adesso per costruire una squadra degna, che possa ben figurare nella massima serie, dobbiamo essere consapevoli tutti della situazione delicata che stiamo vivendo. Per questo stiamo parlando con gli atleti, spiegando i nostri progetti e le nostre possibilità, e stiamo trovando consensi e approvazione».

Per quanto riguarda l’organico tecnico, tutti confermati gli atleti che ben si sono comportati la passata stagione, ad eccezione di Di Leo che dovrebbe accasarsi a Teramo. In panchina, dopo l’addio di Iaia, ecco Francesco Trapani, campione d’Italia lo scorso anno col Casarano. In arrivo, ancora, pezzi da novanta: «Abbiamo già raggiunto l’accordo con Vito Fovio, portiere della Nazionale azzurra, ed in queste ore contiamo di portare a Noci anche il forte centrale argentino Carrara. Poi stiamo trattando il ritorno in Italia di Petru Pop, forte mancino rumeno. Insomma, stiamo costruendo il nostro puzzle, abbiamo una buona difesa, se ne avremo la possibilità proveremo a puntellare ancora l’organico».

Per salutare tifosi e appassionati e presentare il nuovo campionato ed i primi acquisti, la società nocese ha organizzato una conferenza stampa sabato prossimo alle 18 a «Dimora Intini», l’occasione sarà certo propizia per svelare i piani societari e per festeggiare ancora la promozione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400