Cerca

Tennis, Wimbledon la Pennetta passa  al secondo turno

Dopo la delusione per la scottante eliminazione al primo turno della fresca vincitrice del Roland Garros Francesca Schiavone, l'atleta brindisina, n.10 del seeding, ha sconfitto la spagnola Anabel Medina Guarrigues per 6-4, 6-0. Al secondo turno, la Pennetta affronterà la romena Monica Niculescu. «Meglio di così non potevo fare» ha affermato sorridendo con i capelli ancora umidi dopo la doccia
Tennis, Wimbledon la Pennetta passa  al secondo turno
LONDRA (INGHILTERRA) – Inizia nel migliore dei modi la seconda giornata del torneo di Wimbledon in chiave azzurra. Dopo la delusione per la scottante eliminazione al primo turno della fresca vincitrice del Roland Garros Francesca Schiavone, oggi Flavia Pennetta ha superato con agilità il primo scoglio battendo la spagnola Anabel Medina Garrigues in due set con il punteggio di 6-4, 6-0. 
Al secondo turno la tennista pugliese attende la rumena qualificata Monica Niculescu, vincente nel match con l’argentina Gisela Dulko.

Porta la firma di Flavia Pennetta, quindi, la prima vittoria azzurra di questo Wimbledon. Debutto più facile delle previsioni contro Anabel Medina Garrigues. Appena quattro game concessi. Ottimo punto di partenza. 
«Meglio di così non potevo fare» afferma a Federtennis.it sorridendo con i capelli ancora umidi dopo la doccia. «Il secondo set è andato via velocemente, forse troppo. Mi sarebbe piaciuta maggiore intensità per migliorare il feeling con l’erba». 

Wimbledon, un torneo speciale. Per tradizione, per strutture, per atmosfera. Non un semplice Slam. «E' un torneo incredibile. È la vita del tennis, sarebbe un sogno centrare un risultato prestigioso qui». Sogno che è obiettivo. Flavia, però, preferisce non guardare troppo lontano, non subito almeno. «Una partita alla volta. Pensiamo al prossimo impegno». 

Gisela Dulko o Monica Niculescu. «Se dovessi affrontare Gisela (compagna di doppio, ndr) sarebbe una partita strana. Siamo molto amiche. Siamo comunque abituate anche a questo tipo di situazioni, quindi non sarebbe un problema. In campo si va per vincere e a fine match saremmo comunque amiche». 

Problema risolto visto che è passata la Niculescu. Parole di conforto anche per Francesca Schiavone, sconfitta ieri dalla Dushevina. «La russa è un’avversaria forte, che sull'erba sa giocare molto bene. Francesca a Parigi ha fatto un risultato eccezionale e so quanto ci tenesse a far bene anche qui. Questa sconfitta non cambia nulla, Francesca resta una grandissima giocatrice, non è successo nulla di particolare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400