Cerca

Andria, arriva Canonico ma Papagni non si tocca

Manca solo la firma. Nelle prossime ore Canonico sarà il nuovo socio e il nuovo presidente. In realtà tra l’imprenditore barese e il maggior azionista del club andriese, Riccardo Fusiello, era stato già sottoscritto un accordo di intesa che è pronto a trasformarsi in documento definitivo. Canonico acquisirebbe il 50 per cento delle quote, ma restano da decidere con esattezza i ruoli
Andria, arriva Canonico ma Papagni non si tocca
di Aldo Losito

ANDRIA - Manca solo la firma. Nelle prossime ore Nicola Canonico sarà il nuovo socio e il nuovo presidente dell’Andria. In realtà tra l’imprenditore barese e il maggior azionista del club andriese, Riccardo Fusiello, era stato già sottoscritto un accordo di intesa che è pronto a trasformarsi in documento definitivo. Canonico acquisirebbe il 50 per cento delle quote, ma restano da decidere con esattezza i ruoli. Con molta probabilità Canonico sarà il presidente e Fusiello il presidente onorario. Altra ipotesi Canonico e Fusiello co-presidenti. Con l’ingresso in società dell’ex presidente del Molfetta, il sodalizio andriese ha stilato un programma triennale molto ambizioso e che punta dritto al ritorno in serie B. Visto il buon lavoro fatto dai dirigenti azzurri nella stagione appena conclusa, l’imprenditore barese non vuole modificare gli equilibri societari. Quindi ci dovrebbero essere le conferme di Pasquale Musci e Nuccio Troia ma con incarichi differenti.

Nell’organigramma, invece, ci potrebbero essere delle novità. Aldo Papagni non si tocca, così come sono stati confermati il preparatore dei portieri Gianfranco Degli Schiavi e il preparatore atletico Francesco Guicciardini. Nel ruolo di diesse accanto a Riccardo Di Bari ci potrebbe essere Emanuele Belviso. Come responsabile del settore giovanile dovrebbe esserci Vincenzo Melillo. Una cosa è certa: se non verrà ufficializzato il nuovo assetto societario, non si potrà fare mercato. Anche se qualcosa è stato già fatto. Per le comproprietà, Ceppitelli è stato riscattato dall’Andria. Lacarra, infine, resta con gli azzurri in virtù della rinnovata comproprietà col Monopoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400