Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:53

L'oro di Baldini

ATENE - L'italiano Stefano Baldini ha vinto la medaglia d'oro, nella maratona, alle Olimpiadi di Atene.
Stefano Baldini ha corso in 2h10'54». L'argento è andato all'americano Meb Keflezighi (2h11'28"), bronzo per il brasiliano Vanderlei Lima (2h12'11").
La medaglia di bronzo ha esultato al suo ingresso nello stadio Panithinaikon aprendo le braccia a mò di aereoplano: durante il percorso, quando era in testa da solo, Lima era stato bloccato da uno spettatore entrato nel percorso.

L'ultima giornata regala le ultime due medaglie all'Italia in questi 28esimi Giochi Olimpici di Atene 2004. Due medaglie pesanti che portano il medagliere azzurro complessivamente a 32, a due sole dall'edizione record di Sydney 2000 con 34. Dieci ori, undici argenti ed undici bronzi, contro le 13 del metallo più prezioso, le 8 d'argento e le 13 di bronzo dell'Olimpiade australiana. Un successo, dunque, per l'avventura azzurra che si è conclusa oggi, con l'argento conquistato nel pomeriggio dall'Italvolley di Gian Paolo Montali, piegato in quattro set dai Campioni del Mondo del Brasile e conclusa al tramonto con l'ingresso trionfale di Stefano Baldini nel Panathinaiko Stadium, vincendo a braccia elevate la medaglia d'oro più prestigiosa, quella della Maratona, per l'occasione disputata sullo stesso percorso che compì Milziade per portare la notizia della vittoria dei greci sui persiani. Questa volta sono state le telecamere di tutto il mondo a mandare in onda su tutto il globo le immagini dell'azzurro che dopo aver passato a circa quattro chilometri dall'arrivo il brasiliano Vanderlei Lima, a lungo leader solitario della corsa, si involava verso un successo che lo proietta nella storia non solo dello sport italiano.
Così come il brasiliano Lima, un po' come il nostro Dorando Pietri nell'Olimpiade di Londra del 1908, squalificato perché sorretto al traguardo dal creatore di Sherlock Holmes, sir Arthur Conan Doyle, è stato penalizzato in questa occasione da un esaltato che lo ha placcato, lanciandosi contro il pubblico che assisteva alla sua fatica. Il gesto di un folle, che però, non può sminuire la prestazione di Baldini che ha dimostrato di avere più birra in corpo del brasiliano, giunto alla fine terzo, dietro anche allo statunitense Meb Keflezighi. Non è riuscita l'impresa, invece, a Papi e compagni che contro il Brasile stellare di Bernardinho sono riusciti a strappargli solo un set. le due squadre si conoscevano a memoria, ma i cariocas sono partiti a razzo, non consentendo ai nostri di pensare ed organizzare il proprio gioco, un po' come hanno fatto gli azzurri nella semifinale contro i russi, oggi vincitori del bronzo nella finalina contro gli Stati Uniti. Dopo il secondo set vinto ai vantaggi da Sartoretti e Co.,si sperava di poter invertire la tendenza, ma Dante e compagni hanno continuato a martellarci e dopo aver vinto il terzo, sono anche riusciti a chiudere a loro favore anche il quarto, rintuzzando una tardiva reazione del sestetto italiano che provava a rimandare tutto al tie-break.

L'omaggio di Ciampi

Immediata dopo la conclusione vincente della maratona di Stefano Baldini è arrivata la chiamata del presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, al presidente del Coni, Gianni Petrucci. «E' stata una gara emozionante - ha detto il Capo dello Stato - avete dato gioia a me ed al Paese intero con le vostre vittorie. Questa è un'Olimpiade cominciata con due medaglie d'oro e chiusasi con la vittoria nella maratona...».
«Presidente - ha provato a rispondergli Petrucci - è anche merito suo, ci ha dato la carica giusta il primo giorno...». «Ma che merito mio - ha tagliato corto il Capo dello Stato - il merito è degli atleti, che ci hanno regalato una meravigliosa Olimpiade. Porti loro i miei complimenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione