Cerca

Lecce, se Esposito torna può essere un problema

Da Genova rimbalza la notizia ormai certa che il club ligure non intende trattenerlo, anche in considerazione dell’arrivo di Chico dall’Almeria. Un grosso problema per i salentini: perderanno il grosso introito derivante della seconda parte della comproprietà: due milioni e 900mila euro che il club di Preziosi avrebbe versato se avesse voluto riscattare il giocatore
Lecce, se Esposito torna può essere un problema
di Massimo Barbano

LECCE - Da Genova rimbalza la notizia ormai certa che il club ligure non intende trattenere Esposito, anche in considerazione dell’arrivo di Chico dall’Almeria. Un grosso problema per il Lecce che andrà così a perdere il grosso introito derivante della seconda parte della comproprietà: due milioni e 900mila euro che il club di Preziosi avrebbe versato al Lecce se avesse voluto riscattare il giocatore. Ma i piani non sono andati come previsto un anno fa quando fu ceduta la metà del cartellino del difensore che era al massimo della sua curva atletica, richiesto da numerosi club italiani e stranieri ed anche in odore di nazionale dove era stato convocato dal ct Marcello Lippi per la gara amichevole contro l’Irlanda. Poi, però, l’astro nascente del calcio italiano non ha confermato le ottime premesse non convincendo appieno Gasperini, tanto che il Genoa lo ha girato in prestito al Livorno. Ma anche qui il talento di Galatina non ha avuto fortuna: solo tre presenze e la sfortuna di essere risucchiato nella retrocessione della squadra toscana. 

Ora le prospettive per il Lecce non sono felici. Il Genoa vorrebbe che il Lecce se lo ripredesse, anzi, mette sul piatto anche una serie di giocatori da mandare in prestito in Salento, i difensori Nenad Tomovic e Diego Angelo in particolare. Ma il mancato introito per il club di Semeraro sarebbe pesante ed inoltre il ruolo di Esposito nel Lecce è già ampiamente coperto e quindi si profilerebbe un ulteriore prestito da mandare altrove.

Intanto ci sono diversi cambi nello staff tecnico. Il nuovo preparatore dei portieri sarà Gaetano Petrelli, già nel Taranto in C2, poi a Bologna con Mihailovic e a Napoli con Donadoni. Petrelli sostituirà Graziano Vinti che va al Chievo.

Arriva anche un preparatore atletico che va ad aggiungersi a Giovanni De Luca. Si tratta di Maurizio Di Rienzo che ha lavorato con Catania (con Zenga), Palermo e Livorno.

Cambio della guardia anche per l’allenatore in seconda. Parte Paolo Pavese per motivi familiari. Il sostituto potrebbe essere Giovanni Lorini, 53 anni, una lunga carriera da calciatore come centrocampista del Milan e poi allenatore nei settore giovanili di Milan e Genoa (qui ha lavorato insieme a De Canio) e, successivamente, secondo di De Biasi sulle panchine di Levante e Torino. Un altro nome è quello dell’ex Roberto Rizzo, leccese, l’anno scorso allenatore del Matera.

Definita infine la sede del ritiro precampionato che si terrà a Tarvisio dal 15 luglio al 7 agosto. Visite mediche dal 5 all’8 luglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400