Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 21:39

Ai pugliesi Palmisano e Stano i titoli juniores italiani di marcia

Rimane la Puglia a marciare con il passo del soldato dritto alla meta. Perché se quest’anno il campionato assoluto di marcia 20km è stato obiettivamente un po’ fiacco di nomi internazionali noti al grande pubblico, la classifica juniores dà la misura del valore agonistico pugliese: Palmisano (Fiamme Gialle) e Stano (Aden Exprivia Molfetta) mettono le mani sull’ennesimo titolo italiano
Ai pugliesi Palmisano e Stano i titoli juniores italiani di marcia
di MARIANNA LA FORGIA

MOLFETTA - Rimane la Puglia a marciare con il passo del soldato dritto alla meta. Perché se quest’anno il campionato assoluto di marcia 20km è stato obiettivamente un po’ fiacco di nomi internazionali noti al grande pubblico, non si può certo dire che il tacco d’Italia si sia eclissato al suono dell’ultima campana.

La classifica juniores da la misura del valore agonistico pugliese: Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) e Massimo Stano (Aden Exprivia Molfetta) mettono le mani sull’ennesimo titolo italiano, tanto per confermare le aspettative dei club. Sente la pressione Antonella. Piange dopo l’arrivo (1h41’17’’) e non ha la forza di parlare. «Non ha fatto la gara al massimo - racconta per lei il tecnico Tommaso Gentile della don Milani Mottola con il quale si allena anche ora che è passata nelle Fiamme Gialle -. Era importante rimanere in allenamento e fare questo test in vista del campionato di domenica prossima a Pescara: lei è una perfezionista nello sport come nella vita e questo le rende tutto più sensibile al risultato da prestazione giusta. Ma non è pensabile spingere la massimo in ogni appuntamento». Al 4. posto Sara Loparco (Olimpia Club Molfetta) con 1h56’27’’.

Tutti intorno a Massimo quando arriva zuppo in area neutra dopo 1h32’24’’ di marcia: anche lui si è risparmiato per il campionato su pista di Pescara ma questa era una prova che doveva assolutamente superare. «E’ stata la prima volta con la 20km - racconta l’atleta dell’Exprivia -, avevo bisogno di testare la resistenza anche sulle lunghe percorrenze e sono soddisfatto. Ho fatto una gara intelligente sudata gomito a gomito fino al 12. giro con Giovanni (Renò della don Milani Mottola, 2. con 1h34’46’’, ndr) e poi ho un po’ spinto. Direi che è andata bene». Settimo Giuseppe Marchiselli (Amatori Acquaviva) con 1h41’04’’. Nella 5km allievi è solo Puglia: Leonardo Serra (22’13’’) e Michele Palmisano (22’35’’) della don Milani Mottola precedono Francesco Fortunato della Exprivia Molfetta (22’40’’); Anna Clemente rimpingua ancora il palmares del club tarantino con il 1^ posto (24’22’’). Quarta Anna Pia Angelini dell’AlterAtletica Locorotondo (28’49’’). Vincono per i seniores Sibilla Di Vincenzo (Assindustria Padova con 1h34’39’’) e Jean Jacque Nkouloukidi (Fiamme Gialle con 1h24’34’’). Quarta Nicoletta de’Aquila (AlterAtletica Locorotondo con 1h46’20’’)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione