Cerca

Lecce, sarà una settimana dedicata alle comproprietà

Si tratta con il Genoa per decidere il futuro di Esposito. Contatti anche con il Piacenza per la comproprietà più spinosa, quella di Cacia. Ci sarebbe un accordo di massima per il rinnovo della compartecipazione. Per Munari è in atto un braccio di ferro con il Palermo, ma c’è fiducia sul fatto che si possa arrivare ad un accordo senza andare alle buste
Lecce, sarà una settimana dedicata alle comproprietà
LECCE - Settimana di lavoro e di contatti per le comproprietà che andranno definite entro il 25. Si tratta con il Genoa per decidere il futuro di Esposito. Contatti anche con il Piacenza per la comproprietà più spinosa, quella di Cacia. Ci sarebbe un accordo di massima per il rinnovo della compartecipazione, ma prima bisognerà definire quale sarà la successiva destinazione del giocatore perché è certo che non resterà a Lecce e bisogna trovare un club in grado di accollarsi l‘alto ingaggio. Per Munari è in atto un braccio di ferro con il Palermo, ma c’è fiducia sul fatto che si possa arrivare ad un accordo senza andare alle buste. Probabile anche il riscatto di Baclet per il quale l’Arezzo potrebbe lasciare il via libera.

Per il momento tutto congelato per eventuali movimenti in entrata. Restano sotto osservazione i difensori dell’Albinoleffe Perico e dell’Inter Donati e i centrocampisti Giandonato (Juventus), Padoin (Atalanta) e Donadel (Fiorentina).

Per l’attacco, accanto ad un elemento di esperienza, che potrebbe essere Sgrigna del Vicenza, si prenderà un giovane di grandi prospettive. Mattia Destro (Inter) sarebbe alternativo a Ciro Immobile (Juventus).

Entrambi sono degli emergenti e potrebbero ricalcare l’iter che ha avuto Marilungo nella stagione appena conclusa.

[m. bar.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400