Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:35

Trani va in serie D in 5.000 allo stadio

Sei anni dopo, il club barese torna in serie D al termine di un campionato maratona (42 partite) e grazie a una finale di ritorno playoff davvero combattuta. La Fortis conquista la quattrodicesima promozione della sua storia al secondo supplementare, quando ormai lo spettro dei calci di rigore sembrava aleggiare su un Comunale pieno e colorato
Trani va in serie D in 5.000 allo stadio
Fortis Trani - Noto 3-1 

FORTIS TRANI Perina, Fabiano (1’ pts Medico), Visconti, Millan, Amato, Sabini, Genco, Latartara, Pisani, Fumai (8’ st Piscopo), Vittorio (17’ st Montecasino). A disp. Orizzonte, Cinquepalmi, Ragno, Crisantemo. All. Pettinicchio.
NOTO Aglianò, Moriglia (20’ st De Luca), Restuccia, Gambino (20’ st Nastasi), Montalto, Raimondi, Unniemi (4’ st Merito), Calabrese, Savanarola, Filicetti, Carbonaro. A disp. Pomillo, Parisi, Seck, Vinci. All. Betta.
ARBITRO Vesprini di Macerata.
RETI 22’ pt Fumai, 36’ st Filicetti, 5’ sts (rig.) Latartara, 14’ sts Visconti.

TRANI - Sei anni dopo, il Trani torna in serie D al termine di un campionato maratona (42 partite) e grazie a una finale di ritorno playoff davvero combattuta. La Fortis conquista la quattrodicesima promozione della sua storia al secondo supplementare, quando ormai lo spettro dei calci di rigore sembrava aleggiare su un Comunale pieno e colorato (5.000 spettatori).

Pronti, via in una cornice degna di ben altri palcoscenici. Pettinicchio recupera Fabiano in difesa e gioca la carta Genco escludendo dall’undici titolare Piscopo. Nel 4-4-2 studiato dall’allenatore tranese c’è Fumai in coppia con Pisani in attacco. Nel Noto l’unica variazione rispetto alla gara di andata è la presenza di Calabrese a centrocampo per Nastasi. Betta propone un 4-3-2-1, con il tandem Unniemi-Filicetti a dar man forte a Carbonaro, stretto nella morsa dei centrali tranesi.

Il Noto si propone con grande aggressività in avvio. Al 4’ Perina non trattiene uno spiovente proveniente dalla sinistra, Filicetti non approfitta del regalo e spara in cielo. Il Trani rompe gli indugi e inizia a macinare gioco, sfruttando l’estro di Genco sulla destra. Restuccia non ha il passo per contrastare l’esterno del Trani. Il gol che sblocca la gara arriva da lì: minuto 22, lancio di Latartara per Genco, Restuccia si fa saltare e sul cross Fumai può depositare in rete senza difficoltà. Noto frastornato, il Trani prova ad approfittarne. Minuto 27, Vittorio va via a Moriglia con un tunnel e

scarica verso la porta: Aglianò sventa in angolo. Il primo tempo si chiude con due conclusioni del Noto: al 44’ Filicetti costringe Perina ad un intervento in due tempi, un minuto dopo Calabrese prova a pungere dalla distanza: la palla termina a lato.

Nella ripresa, Betta inserisce Merito al posto di Unniemi e passa al 4-3-3. Pettinicchio perde per infortunio Fumai. Il Trani passa ad un più prudente 4-3-2-1 con Genco e Piscopo alle spalle di Pisani. L’attaccante ci prova di testa al 12’, pallone sul fondo. Al 14’ grande occasione per il Trani. Sulla punizione di Latartara, Sabini svirgola il pallone che finisce sui piedi di Genco: girata e palla a lato. Altra tegola sui tranesi al 17’: Vittorio accusa un problema alla gamba destra: è il momento di Montecasino. Betta si gioca in un sol colpo gli altri due cambi: Nastasi e De Luca per un undici a trazione decisamente anteriore. Il Trani prova a piazzare il colpo risolutore: Pisani va via a Montalto e calcia in diagonale, il piede di Aglianò è determinante. Il Noto spinge e la Fortis si fa schiacciare. La pressione siciliana trova sbocco al 36’ quando Filicetti indovina un gran tiro dalla distanza che beffa Perina.

Nei supplementari il Trani torna a due punte (Medico per Fabiano). Grande equlibrio in campo, rotto a 10’ dalla fine quando Pisani cade in area dopo un contrasto con Raimondi. L’arbitro concede il rigore: Latartara non sbaglia. Il Noto è al tappeto. Al 14’ Visconti chiude i conti con un’azione personale.

Biagio Fanelli junior

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione