Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:11

La Juventus entra in Champions League

Nel ritorno dei preliminari, i bianconeri surclassano in trasferta gli svedesi del Djurgarden 4-1 dopo il pericoloso 2-2 dell'andata. Doppietta di Trezeguet e reti di Del Piero e Nedved. Sorteggio poco tenero con le quattro italiane
DJURGARDEN-JUVENTUS 1-4 (1-2)
Andata: 2-2. Qualificata: Juventus.

Juventus (4-3-1-2): Buffon 6.5, Birindelli 6, Thuram 6, Montero 6, Zambrotta 6.5, Blasi 6, Emerson 6.5, Olivera 7, Nedved 7.5 (42' st Kapo sv), Del Piero 6.5 (36' st Zalayeta sv), Trezeguet 7. (12 Chimenti, 5 Tudor, 6 Legrottaglie, 3 Tacchinardi, 9 Miccoli). All.: Capello 7.
Djurgaden (4-3-3): Tourray 6, Concha 5.5, Kuivasto 6, Storm 5.5, Karlsson 5.5, Arneng 6, Johansson 5, Johannensson 5.5 (17' st Dovicovic 6), Bapupa 4.5 (1' st Barsom 5.5), Hysen 6, Stenman 6 (32' st Makondele sv). (30 Wahlstrom, 5 Ottesen, 20 Backman, 25 Amoah). All. Jonevret 6.
Arbitro: Poll (Inghilterra) 6.5.
Reti: nel pt 10' Del Piero, 19' Arneng, 34' Trezeguet; nel st 9' Nedved; 41' Trezeguet.
Angoli: 2-1 per la Juventus. Recupero: 3' e 2'. Spettatori: 32 mila. Ammoniti: Karlsson, Thuram e Birindelli per gioco scorretto.

** I GOL **

10' pt: Olivera vince un contrasto sulla trequarti e centra rasoterra, Del Piero con un rapido tocco di esterno sinistro segna il vantaggio bianconero.
19' pt: Stenman fa sbandare la difesa della Juventus, nessuno sfrutta il suo cross, ma Bapupa riprende e serve Arneng: sinistro angolatissimo delle svedese e Buffon è battuto.
34' pt: cross di Birindelli, Trezeguet a centro area di controbalzo trova il sinistro vincente.
9' st: punizione di Del Piero, palla in area e Nedved di sinistro segna il terzo gol bianconero.
41' st: Zalayeta serve Trezeguet che, da distanza ravvicinata, anticipa Tourray.

STOCCOLMA - La Juventus ha scacciato i fantasmi di una clamorosa (e dolorosissima) bocciatura nei preliminari di Champions. Ha vinto con tre reti di scarto nell'autunnale e piovosa serata di Stoccolma, vanificando i sogni di gloria del Djurgarden, e ha cancellato le paure cresciute nei 15 giorni di sofferta attesa per colpa del 2-2 dell'andata a Torino.
A segno sono andati le due punte ed è stato bello il gol di Del Piero, ma poi il 10 bianconero è tornato anonimo. La rete della sicurezza è venuta da Nedved, al rientro proprio a Stoccolma dopo il lento recupero dall'infortunio subito nella semifinale degli Europei. L'attaccante ceco si è confermato ancora una volta l'uomo in più: ha giocato quasi 90', tutti ad alto livello, senza mai tirare indietro la gamba. Ha preso botte e rischiato, poi ha avuto il premio del gol. Uno dei migliori, con Zambrotta e Olivera. E il giovane uruguaiano, se continuerà così, difficilmente perderà il posto conquistato con merito nell'estate.
La Juventus è passata in vantaggio presto, situazione ideale in una partita che l'obbligava a vincere con una sola alternativa, il pareggio per 3-3 o con più gol. Olivera, uno degli uomini più in forma di Capello, ha aggiustato il palleggio, dopo un inizio incerto, e dal piede dell'uruguaiano è partito il passaggio per l'1-0 firmato da Del Piero. Un colpo da vero attaccante, di quelli che ultimamente riescono di rado al numero 10 bianconero: esterno sinistro e Tourray, giovane portiere nativo del Gambia, battuto senza pietà.
Il Djurgarden ha assorbito bene il colpo e già al 16'un sinistro incrociato di Hysen è sibilato di poco alto sopra l'incrocio dei pali. Dopo il raddoppio fallito da Del Piero, la difesa Juventus è tornata a macchiarsi di gravi errori: troppo arrendevoli sulla sinistra Birindelli e Thuram, incerto Montero in mezzo e dopo un ubriacante azione di Stenman, non sfruttata da Hysen e Bapupa, un sinistro da venti metri di Arneng ha fatto ripiombare la Juventus nell'incubo di una possibile eliminazione. Sul campo però non si è vista la paura: Olivera e Zambrotta hanno scaldato le mani di Tourray, poi Trezeguet ha sfruttato il primo vero pallone giocabile visto, piazzando la botta del 2-1. E avrebbe potuto fare subito il bis se il portiere del Djurgarden non avesse respinto con la gamba un suo fulminante sinistro al volo.
Jonevret, il tecnico del Djurgarden che con ironia alla vigilia aveva punzecchiato la Juventus, si è accorto nell'intervallo che il congolese Bapupa sulla destra era quasi un uomo in più per gli avversari e lo ha sostituito con Barsom. Ma la Juventus ha chiuso il conto dopo 9'con il 3-1 siglato da Nedved, bersagliato dopo il gol dalla curva svedese con gavettoni d'acqua. Un bel sinistro di Hysen, deviato da Buffon in angolo, è stato l'ultimo brivido. A quel punto, per non passare il turno, la Juventus avrebbe dovuto prendere tre gol, troppi anche per la criticata (spesso a ragione) retroguardia bianconera.
Nel finale è arrivato addirittura il quarto gol, doppietta personale di Trezeguet, dopo qualche bottarella in campo. Applausi lo stesso per il Djurgarden. Il sogno di Champions è svanito, resta la Uefa che, invece, per la Juventus sarebbe stato un brutto declassamento.

Questi i risultati del terzo turno preliminare di Champions League

and. rit.

Grazer AK (Aut) - LIVERPOOL (Ing) 0-2 1-0
Benfica (Por) - ANDERLECHT (Bel) 1-0 0-3
ROSENBORG (Nor) - Maccabi Haifa (Isr) 2-1 3-2
Basilea (Svi) - INTER 1-1 1-4
Shelbourne (Irl) - DEP. LA CORUNA (Spa) 0-0 0-3
N.Gorica (Slo) - MONACO (Fra) 0-3 0-6
Dinamo Kiev (Ucr) - Trabzonspor(Tur) 1-2 2-0
Cska Mosca (Rus) - Rangers Glasgow (Sco) 2-1 1-1
P.Salonicco (Gre) - Maccabi (Isr) 1-2 0-1
JUVENTUS - Djrgarden (Sve) 2-2 4-1
Ferencvaros (Ung) - SPARTA PRAGA (Cec) 1-0 0-2
B.LEVERKUSEN (Ger) - Banik Ostrava (Cec) 5-0 1-2
SHAKTHAR (Ucr) - Brugge (Bel) 4-1 2-2
Stella Rossa (Ser) - PSV EINDHOVEN (Ola) 3-2 0-5
Din.Bucarest (Rom) - MANCHESTER UNITED (Ing) 1-2 0-3
W.Cracovia (Pol) - REAL MADRID (Spa) 0-2 1-3

N.B.: in maiuscolo le qualificate.
Le perdenti retrocedono in coppa UEFA.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione