Cerca

Calcio - Adriano show: l'Inter in Champions League

I nerazzurri sbrigano nel primo quarto d'ora la pratica Basilea grazie all'asse Stankovic-Adriano. Risultato finale di 4-1 con doppietta del brasiliano e gol del serbo e di Recoba. Stasera la Juventus (and. 2-2) deve vincere in Svezia contro il Djurgarden. Trap eliminato. Intertoto: Lilla, Schalke e Villareal in Uefa
INTER-BASILEA 4-1 (2-0)

Inter (4-4-2): Toldo 8, J.Zanetti 7, Cordoba 7, Materazzi 6, Favalli 6, Ze Maria 7 (34' st Cambiasso sv), Veron 6, Davids 6, Stankovic 7, Adriano 8 (40' st Vieri sv) , Recoba 6 (21' st Cruz 6) (12 Fontana, 38 Dellafiore, 7 Van der Meyde, 22 Ventola). Allenatore: Mancini 7.
Basilea (4-4-2): Zuberbuhler 5, P.Degen 6, Yakin 5, Smiljanic 5, Kleber 6, Sterjovski 7, Huggel 5, Cantaluppi 6, Chipperfield 5 (22' st Delgado 6), Rossi 6 (13' st Petric 5), Gimenez 6 (40' st Carignano sv). (35 Mandl, 21 D.Degen, 12 Barberis, 5 Zwyssig). Allenatore: Gross 5.
Arbitro: Anders Frisk (Sve) 7.
Reti: nel pt 1' Adriano, 12' Stankovic; nel st 3' Sterjovski, 7' Adriano, 14' Recoba.
Angoli: 5-4 per il Basilea.
Recupero: 2' e 2'.
Ammoniti: Huggel e Davids per gioco falloso.
Spettatori: 45.000.
** I GOL **

1' pt - Adriano, ben lanciato da un passaggio filante di Stankovic, entra in area e infila un sinistro basso incrociato.
12' pt - Triangolo Stankovic-Adriano-Stankovic al limite e di destro il serbo conclude con un tiro forte e centrale.
3' st - Si addormenta la difesa nerazzurra e Sterjovski ha il tempo per addomesticare un bel pallone e infilare Toldo con un destro incrociato tenuto basso.
7' st - Adriano riparte sulla trequarti sinistra, punta il suo marcatore che non lo pressa e, prendendo comodamente la mira, realizzare di sinistro incrociando di nuovo nell'angolino.
14' st - Recoba riceve palla sulla trequarti centrale dopo una ripartenza dei nerazzurri e di sinistro trafigge il portiere Zuberbuhler che non riesce a fare neanche un passo.

MILANO - L'Inter non sbanda alla prima curva pericolosa. Anzi, sembra avere intrapreso una strada abbastanza sicura per diventare quello che non è (quasi) mai stata nella lunga gestione Moratti: una squadra. La pratica Basilea, che comunque vale l'accesso ai gironi veri della Champions League, i nerazzurri la sbrigano nel primo quarto d'ora grazie all'asse Stankovic-Adriano.
Poi mettono in mostra i primi effetti della cura Mancini: movimenti senza pallone, passaggi corti di prima, quando necessario un discreto possesso di palla. Ma anche vecchi difetti: una dormita difensiva all'inizio del secondo tempo che riapre per pochi minuti la partita, prima che Adriano e Recoba riportino le cose sul normale binario della notevole differenza di classe.
Come un pugile deciso e ben preparato, l'Inter entra sul ring di San Siro per il ritorno del preliminare di Champions decisa a fare gol, non a difendere lo 0-0 che le avrebbe consentito il passaggio del turno dopo il pareggio con gol fuori casa. E colpisce gli svizzeri con un uno-due tanto immediato quanto devastante. Il primo pugno lo sferra, dopo nemmeno un minuto di gioco, ovviamente il suo bomber peso massimo. Il brasiliano Adriano si muove bene nello spazio e ottiene da Stankovic un assist perfetto: sinistro incrociato e gol.
Al dodicesimo il bis: la combinazione parte ancora da Stankovic, che cede ad Adriano al limite. Questa volta il centravanti chiude il triangolo e il serbo spara da posizione centrale a colpo sicuro un destro molto potente. Gli svizzeri protestano per un presunto fallo a centrocampo su Sterjovski da cui è partita azione nerazzurra, ma l'arbitro, lo svedese Frisk, è molto vicino e fa chiaramente cenno di proseguire.
Il Basilea, una compagine discreta ma nulla di più, in realtà deve prendersela solo con se stesso. Non ha semplicemente giocato nei primi minuti, forse perché schierata dall'allenatore Gross con una novità rispetto alle sue abitudini: un classico 4-4-2, che ha rinunciato in partenza al trequartista Delgado per mettere un esterno di centrocampo di copertura: Sterjovski.
Così il primo tempo è stato praticamente uno show dei nerazzurri: al 15' Recoba si cerca spazio dopo una bella ripartenza di Zè Maria e scarica un buon sinistro rasoterra che Zuberbuhler mette in angolo. Poco dopo l'attaccante rossoblù Gimenez chiede un rigore per presunto atterramento in aerea a opera di Materazzi, ma l'argentino del Basilea ha chiaramente cercato il contatto, che non c'è stato.
Poi la platea è ancora tutta per Adriano: prima si prende un bel corridoio palla al piede e solo il piedone di un difensore svizzero salva la porta svizzera, poi riceve applausi a scena aperta dopo una rincorsa a perdifiato di un pallone in piena area svizzera. Il brasiliano è definitivamente il beniamino di San Siro e per Vieri sarà dura recuperare l'affetto totale dei suoi tifosi.
Poi bastano tre minuti di vecchia Inter, per rimettere tutto in discussione: gli svizzeri spingono con un po' più di convinzione, in difesa l'Inter si addormenta e permette all'esterno destro Sterjovski di fare una finta, mettere a sedere il diretto avversario e infilare basso incrociato a destra di Toldo. Ma subito dopo ci ripensa Adriano: si smarca sulla trequarti sinistra, affronta il difensore che gli lascia lo spazio e lui non perdona: prende la mira e spara un sinistro incrociato sul quale il portiere svizzero dorme comunque i suoi sonni migliori. Mancini in panchina, per la prima volta si scompone ed esulta: sapeva che altrimenti sarebbero potuti ricomparire vecchi fantasmi d'insicurezza. All'11' Gimenez infatti non arriva a spingere una palla in porta per pochi centimetri, ma al 13' il sinistro di Recoba chiude definitivamente il match e fa sognare i tifosi nerazzurri per una stagione con non poche sicurezze in più.
La mezz'ora finale lascia il tempo di vedere un grande Toldo sventare tutte le azioni degli svizzeri (un po' troppo liberi di andare al tiro, comunque) e l'ingresso in campo di Vieri al posto dell'applauditissimo Adriano. Solo un appunto organizzativo, ma era la prima a San Siro: un migliaio di tifosi nerazzurri che ha comprato il biglietto via Internet ha rischiato di non vedere la partita per una coda infinita al botteghino. Sono riusciti a entrare solo grazie all' intercessione della Guardia di finanza. Dettagli da mettere a punto, come quei fantasmi intravisti a inizio secondo tempo.

Questi i risultati del terzo turno preliminare di Champions League

and. rit.

Grazer AK (Aut) - LIVERPOOL (Ing) 0-2 1-0
Benfica (Por) - ANDERLECHT (Bel) 1-0 0-3
ROSENBORG (Nor) - Maccabi Haifa (Isr) 2-1 3-2
Basilea (Svi) - INTER 1-1 1-4
Shelbourne (Irl) - DEP. LA CORUNA (Spa) 0-0 0-3
N.Gorica (Slo) - MONACO (Fra) 0-3 0-6
Dinamo Kiev (Ucr) - Trabzonspor(Tur) 1-2 oggi
Cska Mosca (Rus) - Rangers Glasgow (Sco) 2-1 «
P.Salonicco (Gre) - Maccabi (Isr) 1-2 «
JUVENTUS - Djrgarden (Sve) 2-2 «
Ferencvaros (Ung) - Sparta Praga (Cec) 1-0 «
B.Leverkusen (Ger) - Banik Ostrava (Cec) 5-0 «
Shakthar (Ucr) - Brugge (Bel) 4-1 «
Stella Rossa (Ser) - Psv Eindhoven (Ola) 3-2 «
Din.Bucarest (Rom) - Manchester United (Ing) 1-2 «
W.Cracovia (Pol) - Real Madrid (Spa) 0-2 «

N.B.: in maiuscolo le qualificate.
Le perdenti retrocedono in coppa UEFA.

Questi i risultati delle finali dell'Intertoto

and. rit.

LILLA (Fra) - Uniao Leira (Por) 0-0 2-0 DTS
SCHALKE 04 (Ger) - Slovan Lib. (Cec) 2-1 1-0
VILLAREAL (Spa) - Atl. Madrid (Spa) 2-0 3-3 DCR

Le squadre vincenti, in maiuscolo, accedono alla coppa UEFA.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400