Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 04:16

Andria è al lavoro per il futuro nuovi soci e cittadella sportiva

La società resta solida e senza alcun tipo di debito. Ma per fare meglio di quest’anno ci vorrebbero altri imprenditori pronti ad entrare in società. Il primo interessato è il barese Nicola Canonico. La trattativa con l’imprenditore edile non è semplice. Sembra che Canonico avanzi la richiesta di una carica di prestigio nell’organigramma societario (presidente o vice)
Andria è al lavoro per il futuro nuovi soci e cittadella sportiva
di Aldo Losito

ANDRIA - Dopo una settimana a ritmi più lenti, la dirigenza dell’Andria torna negli uffici societari per programmare la prossima stagione. Si lavorerà su due fronti: il primo squisitamente societario ed il secondo puramente tecnico.

Futuro societario - La società resta solida e senza alcun tipo di debito. Ma per fare meglio di quest’anno ci vorrebbero altri imprenditori pronti ad entrare in società. Il primo interessato è il barese Nicola Canonico. La trattativa con l’imprenditore edile non è semplice. Sembra che Canonico avanzi la richiesta di una carica di prestigio nell’organigramma societario (presidente o vice). Una cosa, però, sembra certa: il pacchetto di maggioranza dovrebbe rimanere nelle mani della coppia Fusiello-Musci. Anche nel caso di altre trattative con altri imprenditori.
Intanto il progetto dell’Andria non si ferma solo alla costruzione di una società più solida. In cantiere c’è l’idea di realizzare una cittadella dello sport, che vedrebbe la società fiancheggiata dall’amministrazione comunale. Un progetto lungimirante, che andrebbe a risolvere non pochi problemi, vista la carenza di strutture dove la squadra e il settore giovanile possano allenarsi durante la stagione.

Aspetto tecnicoPer quanto riguarda l’aspetto tecnico, si parte dalla riconferma di mister Papagni. L’allenatore dovrebbe incontrare i dirigenti nei prossimi giorni per capire i programmi della prossima stagione. In realtà bisogna mettersi subito a tavolino per ridisegnare l’organico. Innanzitutto ci sono da discutere le comproprietà di Ceppitelli con il Perugia e di Lacarra con il Monopoli. C’è da lavorare parecchio per i prestiti: in ballo ci sono calciatori importanti come Paolucci e Pomante. Il primo potrebbe tornare alla Fiorentina, mentre per il secondo di dovrà aspettare la fine della stagione del Pescara. Altra operazione non da poco è il futuro di Sy, richiesto da alcune società di categoria superiore. L’attaccante potrebbe partire solo se ci fosse una situazione economica vantaggiosa per il club azzurro. Intanto ci si sta muovendo per il ritiro precampionato. La partenza è prevista per metà luglio e la località potrebbe essere individuata in una regione del centro Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione