Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 18:39

Il barese Ayroldi nella terna arbitrale dei Mondiali 2010

La terna arbitrale italiana designata per i Mondiali di calcio di Sudafrica 2010 è composta dall’arbitro Roberto Rosetti e dagli assistenti Paolo Calcagno e Stefano Ayroldi. Quest'ultimo, molfettese, classe 1967, è stato arbitro dal 1995 al 2000, quando al suo approdo in Serie A e B l’Aia ha cambiato il suo ruolo in assistente arbitrale. Nella massima serie vanta 138 presenze, tra cui numerose classiche come due derby di Roma, due di Genova e uno di Milano, nonchè altri scontri importanti tra le big della Serie A
Il barese Ayroldi nella terna arbitrale dei Mondiali 2010
ROMA - La terna arbitrale italiana designata per i Mondiali di calcio di Sudafrica 2010 è composta dall’arbitro Roberto Rosetti e dagli assistenti Paolo Calcagno e Stefano Ayroldi. 

Stefano Ayroldi: E’ nato a Molfetta nel 1967. E’ stato arbitro dal 1995 al 2000, quando al suo approdo in Serie A e B l’Aia ha cambiato il suo ruolo in assistente arbitrale. Nella massima serie vanta 138 presenze, tra cui numerose classiche come due derby di Roma, due di Genova e uno di Milano, nonchè altri scontri importanti tra le big della Serie A. In campo internazionale la sua prima competizione importante è stata il mondiale di calcio Under 20 del 2009, disputato in Egitto. Qualche mese dopo è stato mandato negli Emirati Arabi in occasione del Mondiale per club. A coronamento della carriera è arrivata la designazione per i Mondiali del 2010 in Sudafrica, dove rappresenterà l’Italia insieme all’altro assistente Paolo Calcagno e all’arbitro Roberto Rosetti. 

Roberto Rosetti: E’ nato a Precetto Torinese nel 1967. La sua carriera ad alti livelli è iniziata nel 1997, quando a 29 anni arbitrò in Serie B Chievo-Reggina. In Serie A ha esordito l’anno successivo dirigendo Napoli-Sampdoria. Il buon comportamento nel massimo campionato gli ha consentito di affacciarsi in campo internazionale a partire dal 2002, quando l’11 gennaio diresse Tunisia-Camerun, fino ad arrivare ad essere l’unico arbitro italiano presente negli ultimi mondiali, quello del 2006, visto che Massimo De Santis, anch’esso designato per quell’edizione della Coppa del Mondo, rimase coinvolto nello scandalo Calciopoli. A Germania 2006 diresse 4 partite (Messico-Iran, Argentina-Serbia e Montenegro, Paraguay-Trinidad e Tobago, e l’ottavo di finale Francia-Spagna). La sua carriera è proseguita con gli Europei di Austria e Svizzera, essendo tra i dodici arbitri selezionati per la competizione. Dopo una serie di ottime direzioni, e in virtù dell’eliminazione dell’Italia nei quarti di finale, fu chiamato dall’Uefa ad arbitrare la finale del torneo, Spagna-Germania 1-0. Sempre nello stesso anno è stato eletto dalla Iffhs miglior arbitro del mondo. Vanta inoltre tre semifinali di Champions League. Ai Mondiali del 2010 in Sudafrica sarà l’unico arbitro italiano presente nella manifestazione insieme agli assistenti Stefano Ayroldi e Paolo Calcagno. 

Paolo Calcagno: E’ nato a Nichelino, in provincia di Torino, nel 1966. Vanta 179 presenze in Serie A, tra cui 4 derby di Milano e 3 di Roma. Inoltre ha assistito Pierluigi Collina nella finale di Supercoppa Italiana nel 2004 e Roberto Rosetti, nella stessa competizione, tre anni dopo. Ha conquistato i gradi di internazionale nel 2005, quando nel mese di maggio viene mandato in Arabia Saudita, come assistente sempre di Rosetti, per la finale della Coppa della Corona. Nel 2008 partecipa ai campionati europei di Austria e Svizzera, dove fa da assistente, ancora una volta a Rosetti, nella finalissima di Basilea tra Spagna e Germania, vinta dagli iberici per uno a zero. Insieme a Rosetti e all’altro assistente Stefano Ayroldi è stato selezionato dalla Fifa in vista del campionato del mondo di Sudafrica 2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione