Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 12:05

Gelao, fratelli d’oro e figli d'arte il pattinaggio «parla» barese

Sono Danilo e Simone Gelao, 10 e 15 anni. Il primo, in coppia con Federica Carrieri (classe 2000), ha conquistato la medaglia d’oro nella categoria esordienti per il secondo anno consecutivo. Il secondo, in coppia con Martina Luiso (classe 1994), ha portato a casa un bronzo nella categoria jeunesse
Gelao, fratelli d’oro e figli d'arte il pattinaggio «parla» barese
BARI - Due fratelli, una stessa passione, il pattinaggio artistico, e un comune denominatore: una medaglia al trofeo internazionale di Pieris, in provincia di Gorizia nella specialità di coppie artistico.

Sono Danilo e Simone Gelao, 10 e 15 anni. Il primo, in coppia con Federica Carrieri (classe 2000), ha conquistato la medaglia d’oro nella categoria esordienti per il secondo anno consecutivo. Il secondo, in coppia con Martina Luiso (classe 1994), ha portato a casa un bronzo nella categoria jeunesse.

Danilo e Simone sono figli d’arte. La loro mamma, Marina Ugenti, li allena nell’A.s.d. Cassandra di Bari, la stessa squadra che ha sfornato un altro talento, Marco Giustino, nipote di Marina, medaglia d’argento alla coppa di Germania di Friburgo nel singolo. Insomma a casa Ugenti il pattinaggio è una tradizione di famiglia, da 3 generazioni: dalla nonna Giovanna Volpe, alle figlie, Marina e Mina Ugenti, fino agli... ultimi arrivati Simone, Marco e Danilo.

Il segreto? «La nostra squadra è una grande famiglia - spiega Marina Ugenti - tutti ci vogliamo bene e questo fa la differenza oltre a una attenta preparazione tecnica».

Danilo e Federica ballano insieme dall’età di 4 anni e nel 2008 hanno conquistato il titolo italiano FIHP (Federazione italiana Hockey e Pattinaggio). Poi il passaggio a livello internazionale. Simone e Martina sono cresciuti insieme sui pattini. Si allenano insieme da quando avevano 2 anni e sono una coppia perfetta. Dopo il successo di Pieris, di fronte a coppie provenienti da mezza Europa, tutti e quattro sognano la nazionale. Intanto si allenano tre volte a settimana.

Palestra, esercizi sui pattini e preparazione atletica mirata, insieme agli altri cinquanta atleti della A.s.d. Cassandra che però deve fare i conti con i pochi soldi e la mancanza di sponsor. Ma continua a correre sui pattini della passione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione