Cerca

Enel-New Basket insieme in A e adesso comincia il mercato

Enel sponsorizzerà ancora, probabilmente per i prossimi due anni, il Brindisi. L’accordo, che si dice sia soddisfacente per la società del presidente Corlianò, è stato sottoscritto ieri. Ma non è tutto. Perché, sempre in fatto di sponsorizzazioni, il patron Ferrarese ha assicurato un ulteriore investimento nella squadra che da ottobre si allineerà ai nastri di partenza della serie A di baslet maschile
Enel-New Basket insieme in A e adesso comincia il mercato
di Franco De Simone

BRINDISI - Enel sponsorizzerà ancora, probabilmente per i prossimi due anni, la New Basket Brindisi. L’accordo, che si dice sia soddisfacente per la società del presidente Antonio Corlianò, è stato sottoscritto ieri. A tessere la tela, con i dirigenti dell’ente elettrico, è stato il vice presidente Giuseppe Marinò. Ma non è tutto. Perché, sempre in fatto di sponsorizzazioni, ieri, il patron Massimo Ferrarese ha assicurato un ulteriore suo investimento nella squadra che da ottobre si allineerà ai nastri di partenza della serie A, confermando, così di essere il primo tifoso della sua squadra. A Ferrarese, ad ogni modo, per quanto è dato sapere hanno dimostrato interesse altre aziende che intendono assicurare il sostegno alla società brindisina.

Chiuso il capitolo budget, ora tocca a coach Giovanni Perdichizzi sottoscrivere quell’accordo che, verbalmente, era stato siglato, con strette di mano, tempo fa e che adesso deve materializzarsi con nero su bianco. Perdichizzi e il direttore generale Antonello Corso, sul punto di trasferirsi a Treviso per seguire un camp di giocatori europei, definiranno i termini dell’accordo la prossima settimana. Non c’è più alcuna fretta. Non ci sarebbe stata, atteso il gradimento del patron Ferrarese a che il tecnico siciliano continui ad allenare la New Basket, e la voglia di diventare l’allenatore che potrà vantare di essere rimasto più a lungo sulla panchina di Brindisi. D’altronde, non è forse vero che il coach isolano ha conquistato due promozioni in tre anni? E non è forse vero che ha riportato Brindisi dove c’era stata solo di sfuggita per un solo anno? Ora il suo impegno sarà quello di costruire una squadra che possa ben figurare e che, soprattutto, non venga considerata la Cenerentola della serie A.

Ed ora via alla campagna trasferimenti. A proposito, Brindisi ha rinunciato a fermare Miha Zupan. È fin troppo evidente che una simile scelta, in altri termini, potrebbe significare che si punta a qualcosa di molto più concreto.

Inutile fantasticare. Si sa bene che Perdichizzi è una cassaforte a prova dei migliori scassinatori. Lui, nella sua mente, ha già disegnato la sua nuova squadra. Non soffrirà di paternalismo; nè si farà comandare dal cuore.

A proposito, gli è stato detto se mai fosse vero il suo interessamento per Jason Rowe. «Gran bel giocatore - ha risposto - ma se gli ho preferito Joe Crispin in Legadue, un motivo ci sarà pure».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400