Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 16:12

Angelozzi e il Bari lanciano la sfida

Il ds tirerà le somme con Matarrese. I due si sentiranno con Ventura, prima che il tecnico parta per le vacanze. Al centro di tutto c’è Bonucci. Indiscrezioni di mercato parlano di due linee di pensiero. I liguri offrirebbero l’intera proprietà di Meggiorini e un conguaglio. Il Bari punterebbe ad una maggiore contropartita in denaro ed alla riconferma della comproprietà di Meggiorini
Angelozzi e il Bari lanciano la sfida
di Fabrizio Nitti

BARI - Esaurita la prima missione milanese, Guido Angelozzi oggi farà rientro a Bari. I quattro giorni trascorsi in quella che è la sede operativa del mercato, sono serviti al dirigente biancorosso per cominciare a prendere confidenza con la nuova realtà. Molti abboccamenti, tanti gli approcci. Angelozzi tirerà le somme con Matarrese. I due si sentiranno con Ventura, prima che il tecnico parta per le vacanze. Assieme valuteranno quali operazioni fare e quali strategie seguire. Poi, nel corso della prossima settimana, tornerà a Milano per approfondire e provare a tirare le somme.

Ieri pomeriggio il direttore sportivo biancorosso ha avuto un nuovo, breve colloquio con il collega genoano Capozucca, con il quale sono in ballo diverse operazioni. Ulteriori schermaglie e l’accordo di rivedersi presto. Al centro di tutto c’è Bonucci. Indiscrezioni di mercato parlano di due linee di pensiero, e non potrebbe essere diversamente, altrimenti l’accordo sarebbe già stato raggiunto. I liguri offrirebbero l’intera proprietà di Meggiorini e un conguaglio; il Bari, invece, punterebbe ad una maggiore contropartita in denaro ed alla riconferma della comproprietà di Meggiorini. Bonucci, ricordiamolo, «vale» fra i 12 e i 14 milioni, Meggiorini ha un valore che invece si aggira attorno ai 6 milioni di euro.

«Rientro a Bari con le idee più chiare - dice Angelozzi -. Ho incontrato un po’ di gente, ci siamo scambiati impressioni. Il quadro è più limpido, la settimana prossima riprenderemo a lavorare».

Quale la situazione più complicata e difficile?

«Direi senza dubbio la vicenda legata a Bonucci. Genoa e Bari, giustamente, provano a fare i rispettivi interessi».

C’è il rischio di finire alle buste?

«Ora direi di no. Ma bisogna trattare per bene».

Spesso il club ligure in passato ha discusso di Bonucci come se già fosse stato completamente acquisito. Da un po’ di tempo i toni sembrano cambiati.

«Probabilmente il Genoa ha visto la nostra “resistenza”. C’è un concetto in linea generale da comprendere: il Bari non si abbassa i pantaloni davanti a nessuno. Andiamo avanti, vediamo, parliamo. Sperando di trovare la soluzione che accontenti entrambe le parti».

Ha visto il procuratore di Giovinco?

«No, aveva impegni di lavoro e abbiamo spostato l’appuntamento».

A lume di naso: Giovinco ha davvero voglia di provare l’avventura barese?

«Non è facile, ma ci proviamo, vogliamo tentare. La volontà del Bari è quella di “prendere” un giocatore importante. Però è anche bene che nessuno si illuda e che nel caso l’operazione non vada in porto non subentri pessimismo».

E per Almiron come si mette?

«Vagheggi, il procuratore del centrocampista argentino, non è rientrato, è ancora all’estero. Quindi non so bene quali siano le loro richieste».

Qualcuno ha collegato il suo pranzo con Braida del Milan ha un interessamento per Abate, già inseguito l’anno scorso.

«È fuori discussione. Il MIlan ha deciso di puntare molto sui giovani. Tra le altre cose, nello scacchiere del Bari non vedo molti spazi liberi per il milanista».

Capitolo cessioni. I «pezzi» del Bari che non rientrano più nei piani di Ventura, al momento, non vantano grandi richieste. C’è stato soltanto un approccio dell’Ascoli per Filippo Carobbio, rientrato dal prestito al Grosseto. Il tutto è ricollegabile a Gustinetti, nuovo tecnico dei marchigiani, ma fino a qualche mese fa proprio sulla panchina del Grosseto. Ma sulle tracce del centrocampista mancino c’è anche il Frosinone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione