Cerca

De Canio e Semeraro  studiano il nuovo Lecce

di MASSIMO BARBANO
Molti i nomi seguiti: Perico, Iori, Ceravolo, Stefanovic e Krhin. Al posto di Petrachi potrebbe arrivare il 20enne portiere sloveno dell’Inter Belec. Più spazio per il giovane Biba. Tutto ruota intorno a Cacia. Marilungo torna alla Samp, difficile arrivare al bomber dell’Ascoli, Antenucci
De Canio e Semeraro  studiano il nuovo Lecce
di MASSIMO BARBANO
 
LECCE - A giorni un incontro fra l’allenatore Luigi De Canio e la società con in testa il presidente e azionista di maggioranza Giovanni Semeraro per definire budget e prospettive di mercato. Per ora solo osservazioni ad ampio raggio. 

PORTIERI - Pochi dubbi sulla riconferma di Rosati dopo un brillante campionato. Chi invece potrebbe partire è il secondo portiere Petrachi che, oltre ad essere in scadenza di contratto, potrebbe avere aspirazioni di maggiore visibilità. Al suo posto potrebbe arrivare il ventenne portiere sloveno dell’Inter Vid Belec. Anche il terzo Gragnaniello non dovrebbe rientrare nei piani della società. Più attenzione invece, c’è per Matteo Bibba, giovane portiere della Primavera che si sta mettendo in evidenza. 

DIFENSORI - Rientra Diamoutene, che il Bari non riscatterà, ma non fa parte dei piani della società e quindi sarà girato. Molto probabilmente partirà Angelo (sembra già accordato con il Parma), mentre per Mazzotta si potrà esercitare l’azione di riscatto con il Palermo, così come per Terranova. Giuliatto va via per scadenza di contratto. Probabile l’arrivo di Perico dall’Al - binoleffe, ventisei anni, terzino con propensione offensiva (tre gol quest’anno). 

CENTROCAMPISTI - Se va via Giacomazzi (è in scadenza, bisognerà trattare), serve un regista. Si potrebbe tornare alla carica col Torino per Genevier, già trattato a gennaio. Nel mirino anche Iori del Chievo. In bilico anche Munari (comproprietà da definire col Palermo), Loviso va via per fine prestito. Si fa il nome di Ceravolo, l’anno scorso all’Atalanta che rientra per fine prestito alla Reggina. Sulle sue tracce però, ci sono altre squadre di serie A come Lazio, Bologna, Cagliari, Parma e Udinese. Sempre in casa Reggina, riflettori puntati sul nigeriano Adejo; più difficile arrivare a Pulzetti del Livorno che è richiesto da club importanti come Palermo e Lazio. Fattibili gli acquisti di due giovani della Primavera dell’Inter Stefanovic, 20 anni, serbo, e Krhin, 19 anni, sloveno. Si segue anche Stankevicius ma, in caso di promozione del Brescia, ha già annunciato l’inten - zione di voler tornare nella sua ex squadra. Potrebbe invece arrivare dal Frosinone il centrocampista Bolzoni. 

ATTACCANTI - Tutto ruota intorno a Cacia. L’attaccante torna dalla Reggina per fine prestito e la sua comproprietà andrà trattata con il Piacenza. Difficile trovare un accordo, ancora più difficile piazzare il giocatore (che quest’anno non ha avuto un’annata felice) nell’eventualità lo si riscattasse (la cifra supera i due milioni e mezzo di euro). Non resta quasi certamente Marilungo che la Sampdoria tratterrà e comunque ha molte offerte, difficile sarà arrivare al cannoniere dell’Ascoli Antenucci che torna al Catania per fine prestito, ma ha già gli occhi puntati di Cagliari e Chievo. In attesa della definizione della comproprietà di Baclet (300mila ero con l’Arezzo), si guarda a giovani di grandi prospettive, come il primavera dell’Inter Mattia Destro e quello della Juventus Ciro Immobile: entrambi, nonostante siano giovani, sono già conosciuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400