Cerca

Brindisi, arriva il sì di Enel dopo quello per il palaElio?

Un passo va, molto importante e, per certi versi decisivo. Ieri mattina, la conferenza di servizi, convocata a Palazzo Granafei-Nervegna, si è pronunciata favorevolmente all’adeguamento del palaElio, relativamente alla possibilità di poter disporre di 3.534 posti a sedere, così come richiesto dagli organismi competenti per poter partecipare al prossimo campionato di serie A1 di pallacanestro maschile
Brindisi, arriva il sì di Enel dopo quello per il palaElio?
di Franco De Simone

BRINDISI - Un passo va, molto importante e, per certi versi decisivo. Ieri mattina, la conferenza di servizi, convocata a Palazzo Granafei-Nervegna, si è pronunciata favorevolmente all’adeguamento del palaElio, relativamente alla possibilità di poter disporre di 3.534 posti a sedere, così come richiesto dagli organismi competenti per poter partecipare al prossimo campionato di serie A1 di pallacanestro maschile.

Oltre agli assessori ed ai dirigenti delle ripartizioni comunali interessate, all’incontro erano presenti le delegazioni dei Vigili del Fuoco, del Coni provinciale e regionale e dell’Azienda Sanitaria Locale di Brindisi.

«Adesso - come ha sottolineato il sindaco Domenico Mennitti al termine dei lavori - attendiamo il parere della Commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli. Dopo di che sarà bandita una gara pubblica per l’assegnazione dei lavori».

Non è tutto. Contestualmente, a Palazzo di Città si continua a lavorare per predisporre quanto necessario alla realizzazione dell’annunciato «palaeventi» da cinquemila posti che sorgerà nell’ambito della Cittadella dello sport, in contrada Masseriola. Un progetto che prevede l’investimento di undici milioni di euro. Un impegno degli attuali amministratori che hanno annunciato la realizzazione del nuovo impianto nell’arco di un paio d’anni.

Il tempo concesso, ieri, dal Coni regionale, intendendo così porre un termine ben preciso alla nuova funzionalità dovuta all’adeguamento del palaElio.

A Palazzo di città si tira un bel sospiro di sollievo, poichè è stata allontanata l’ipotesi, mai gradita dai brindisini, di veder «emigrare» la New Basket in strutture, ritenute idonee, di Taranto o di Bari.

I tecnici incaricati, dunque, nel redigere il progetto hanno lavorato nel migliore dei modi, elaborando una proposta che prevede il miglior utilizzo di tutti gli spazi a disposizione, pur mantenendo in ogni caso, la sicurezza prevista dalle leggi in vigore. Certo, si converrà che la soluzione adottata non assicura la comodità assoluta, ma dovendo fare di necessità virtù, ogni spettatore dovrà, come dire, arrangiarsi. Perché tutto è stato pensato proprio per venire incontro al sogno dei brindisini di rivedere nel palaElio le gare della massima serie.

Dunque, si va avanti. Il prossimo passo adesso dovranno compierlo i dirigenti dell’Ente elettrico, magari nel corso della settimana appena iniziata. Si ricorderà che, nei giorni scorsi, con una nota stampa inviata alla «Gazzetta», ha fatto sapere che «proseguono in maniera serrata gli incontri con la New Basket Brindisi alla ricerca dell’accordo per il rinnovo del contratto di sponsorizzazione per la prossima stagione».

Enel, quindi, ha sostenuto di aver presentato alla società brindisina un’offerta per la prosecuzione del progetto avviato negli anni passati che ha portato la squadra nella massima divisione.

«L’offerta presentata - si afferma da parte dell’ente elettrico -, è molto più alta di quella prevista nel precedente rapporto di sponsorizzazione, e tiene conto della promozione della New Basket Brindisi nel campionato di serie A1».

La nota così conclude: «Enel auspica che nei prossimi giorni la New Basket Brindisi ufficializzi la prosecuzione della collaborazione sportiva che ha portato finora eccellenti risultati».

Nessun commento ufficiale ad entrambe le notizie da parte della società sportiva brindisina. Anche se, adesso, l’aria che si respira è decisamente più... salubre. Nel senso che si coglie un pizzico di ottimismo. Sebbene nessuno si nasconda che il difficile arriva dal momento in cui si darà il via a tutto l’iter burocratico perchè gli uffici comunali preposti (Lavori pubblici e Contratti) espletino il bando di gara. E che poi le imprese incaricate, che saranno tre, proprio per incorrere nelle costrizioni dovute a lavori il cui importo è vicino al milione di euro, come nel caso di specie), portino a compimento gli elaborati tecnici nei tempi programmati perché la New Basket Brindisi possa disputare il campionato di serie A.

Da qui, la riserva dei dirigenti della società sportiva presieduta dal patron Massimo Ferrarese. Che guardano con estrema attenzione all’evolversi di tutta la situazione. Ben sapendo che, proprio dal successo del progetto di ampliamento del palaElio, oltre che dal contratto di sponsorizzazione, che non potrà essere limitato al solo contratto con Enel, dipende tutta la nuova stagione agonistica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400