Cerca

Ad Andria si pensa già al futuro Canonico conferma l’interesse

A due giorni dalla conquista della salvezza in Prima Divisione di calcio, la dirigenza vuole cavalcare questo momento per iniziare a costruire il futuro. «Non è il solito grido d’allarme - spiega il vice presidente Fusiello - ma per un futuro ancora più roseo ci vogliono imprenditori che entrino in società. L’appello che rivolgo è proprio a quegli amici che già hanno manifestato un grande attaccamento alla società»
Ad Andria si pensa già al futuro Canonico conferma l’interesse
di Aldo Losito

ANDRIA - A due giorni di distanza dalla conquista della salvezza, la gioia in casa Andria non si smorza. Anzi, la dirigenza vuole cavalcare questo momento magico per iniziare a costruire il futuro del sodalizio andriese. «Non è il solito grido d’allarme - spiega il vice presidente Riccardo Fusiello - ma per un futuro ancora più roseo ci vogliono imprenditori che entrino in società. L’appello che rivolgo è proprio a quegli amici che già hanno manifestato un grande attaccamento alla società. Proprio a loro chiedo di non limitarsi allo sponsor ma di entrare in società, anche con piccole quote».

Intanto qualcosa comincia a muoversi. Un primo imprenditore interessato al progetto dell’Andria, c’è e ha un nome ed un cognome. Si tratta di Nicola Canonico che ha già esperienze nel calcio, sia pur dilettantistico, con le presidenze dei club di Eccellenza come Liberty Bari e Molfetta. «Al momento c’è solo da parte mia la volontà ad acquisire informazioni e numeri sulla società - commenta Nicola Canonico - Il contatto è in fase embrionale perché sto aspettando di visionare i documenti contabili del sodalizio azzurro. Nel calcio ci vuole anche programmazione e dovrò valutare anche questo aspetto».

Operazioni che dovranno essere svolte nei prossimi giorni. «Domenica scorsa ero ad Andria ed ho assistito alla festa della salvezza - aggiunge Canonico - mi sono già incontrato più volte con Riccardo Fusiello che ritengo persona incredibile, per aver finanziato da solo una società di Prima divisione. Sono d’accordo con lui quando chiede la partecipazione di più imprenditori. Vedremo quello che succederà per quanto mi riguarda. Il prossimo campionato è vicino, ritengo che massimo in trenta giorni si definirà il tutto: o dentro o fuori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400