Cerca

Atene/Calcio Italia-Mali 1-0, con rissa

Finisce nel peggiore dei modi la partita: mentre gli azzurri festeggiavano la vittoria per 1-0 è scoppiata una rissa con i giocatori africani. La polizia greca è dovuta intervenire per dividere le due squadre. Grande orgoglio per l'oro nel fioretto a squadre e per i due bronzi nel canottaggio
Atene/Calcio Italia-Mali 1-0, con rissa
ATENE - Finisce nel peggiore dei modi la partita del torneo olimpico di calcio che ha visto opporsi la squadra italiana a quella del Mali. Mentre gli azzurri festeggiavano la vittoria per 1-0 è scoppiata una rissa con i giocatori africani che stavano rientrando negli spogliatoi. La polizia greca è dovuta intervenire per dividere i giocatori delle due squadre.
Un orribile conclusione nel tempio dello sport e che sarà certamente motivo di approfondimento, oltre che vergogna.
Comunque, passando alla gara, è stato un gol di Cesare Bovo a cinque minuti dalla fine dei tempi supplementari a regalare all'Italia la semifinale del torneo olimpico di calcio. Gli azzurri hanno superato 1-0 il Mali e attendo ora la vincente di Argentina-Costarica.
Contro il Mali, l'Italia ha cominciato in maniera aggressiva e dopo tre minuti ha avuto la prima nitida occasione da gol. Gilardino, liberatosi nell'area avversaria, non è riuscito ad inquadrare la porta da posizione vantaggiosa. Due minuti più tardi, percussione di Sculli che non èriuscito a mettere al centro il pallone dalla destra. La pressione degli azzurri, complici i 36 gradi di temperatura, è calata col passare dei minuti. Il Mali ha guadagnato terreno e si è fatto vedere con maggiore insistenza dalle parti di Pelizzoli. Il portiere è intervenuto alla mezz'ora per sventare un diagonale di Diallo. Al 32', poi, ha compiuto un duplice intervento prodigioso. Il Mali ha conquistato un calcio di rigore per fallo di Ferrari su Traore. Dal dischetto si è presentato Sissoko, che ha calciato rasoterra. Pelizzoli si è disteso a sinistra e ha respinto, neutralizzando anche il successivo tentativo ravvicinato di Coulibaly. Ancora Pelizzoli, dopo un destro alto di Traore, è stato chiamato in causa al 43' per sventare una conclusione dalla distanza.
Nella ripresa, secondo il copione già visto in avvio di partita, l'Italia si è resa subito pericolosa. Gilardino al 52' ha cercato la porta con un tocco in diagonale, respinto però da Bathily. Nuovo intervento di Pelizzoli al 65', su un violento destro di Sissoko. Al 68' ancora un'opportunità per Gilardino, liberato da Pirlo. Il tocco dell'attaccante, però, è finito largo. Brividi per gli azzurri all'88': punizione dal limite e destro di Berthe a fil di palo. Reti inviolate al 90' e tutto rimandato ai tempi supplementari.
Il risultato non è mutato nonostante una colossale chance sprecata da Ferrari al 115': cross da sinistra e piatto impreciso da due metri con pallone alle stelle. Due minuti più tardi, però, un altro difensore ha messo a segno il gol partita: punizione da destra e perfetto stacco di Bovo che ha spedito in rete di testa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400