Cerca

Codecà sul gradino più alto nel rally di Puglia e Lucania

Un classico colpo di scena ha deciso la gara. Una foratura, infatti, ha fermato nell’ultima speciale il leader della classifica, fin dalla prima prova, Giovanni Manfrinato su Renault Megane Proto, affiancato da Maurizio Barone. Ne ha approfittato e quindi vinto il pilota ufficiale Suzuki, Lorenzo Codecà, navigato da Bruno Fedullo che, comunque, ha avuto il merito di aver sempre tallonato da vicino il contendente
Codecà sul gradino più alto nel rally di Puglia e Lucania
di Marco Tucci

MELFI  - Un classico colpo di scena ha deciso la gara delle auto nel rally di Puglia e Lucania Cross Country. Una foratura, infatti, ha fermato nell’ultima speciale il leader della classifica, fin dalla prima prova, Giovanni Manfrinato su Renault Megane Proto, affiancato da Maurizio Barone. Ne ha approfittato e quindi vinto il pilota ufficiale Suzuki, Lorenzo Codecà, navigato da Bruno Fedullo che, comunque, ha avuto il merito di aver sempre tallonato da vicino il contendente. Secondo posto il campionato italiano in carica, Riccardo Colombo in coppia con Rudy Briani, al volante di una Mitsubishi L200 che è stato autore di un’importante rimonta dopo aver chiuso sesto la prima tappa. Terzo gradino e primo podio con un’altra Suzuki Grand Vitata per il binomio De Angelis-Paolini, pronto a sfruttare le noie che hanno condizionato la Peugeot di Benazzato e la Nissan di Ricci. 

Ora, ovviamente, la graduatoria del campionato si riapre a più soluzioni. Nelle moto il successo è andato al ceco Tosenowsy, davanti al tedesco Zahn ed al lombardo Pina, primo degli italiana. Sfortunato il dominatore della prima giornata Ugo Filosa, tradito dalla sua Husqvarna. Nel settore dei quad, valido per il campionato europeo ed italiano Baja 2010, si è imposto il 18enne portoghese Rafael Acurcio nel continentale e Tiziano Sette nel trofeo nazionale. Buone le prestazioni di altri tricolori come Scandola e Paris e settima assoluta l’austriaca Sabine Pulz, unica donna in sella.

Soddisfazione per la riuscita della manifestazione, l’organizzatore Walter Oliva. «Tutto e filato liscio senza incidenti e con il funzionamento di ogni particolare, in una gara importante che annovera quattro titoli generali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400