Cerca

Tiro con l'arco, podio europeo per l'atleta barlettana Lionetti

Continua ad arricchirsi il medagliere della pugliese che ha chiuso il Campionato Europeo Targa all’aperto disputatosi a Rovereto con un’altra medaglia di bronzo che bissa quella conquistato, nella gara individuale, lo scorso anno a Vittel in Francia. La giovane aviera tesserata per il G.S. Aeronautica è salita sul terzo gradino del podio continentale insieme con le compagne azzurre Natalia Valeeva e Jessica Tomasi
Tiro con l'arco, podio europeo per l'atleta barlettana Lionetti
BARI - Continua ad arricchirsi il medagliere personale della barlettana Pia Carmen Lionetti che ha chiuso il Campionato Europeo Targa all’aperto disputatosi a Rovereto con un’altra medaglia di bronzo che bissa quella conquistato, nella gara individuale, lo scorso anno a Vittel in Francia.

Stavolta, la giovane aviera tesserata per il G.S. Aeronautica, ma sempre rappresentante della sua società d’origine la Polisportiva Arcieri del Sud di Barletta, è salita sul terzo gradino del podio continentale non da sola ma insieme alle compagne di squadra Natalia Valeeva e Jessica Tomasi.

Il terzetto azzurro ha chiuso la kermesse europea disputata in Trentino con il netto successo ottenuto (209-195) contro la Francia nella mattinata di oggi, al termine di un cammino iniziato con un terzo posto dopo i tiri preliminari e proseguito con i successi contro Georgia (211-200) agli ottavi e Danimarca (213-203) ai quarti ed interrotto in semifinale da un molto ispirato terzetto russo, capace di prevalere con il punteggio finale di 213-211.

L’ottimo risultato di squadra ed in particolare la netta vittoria nella finalina contro la Francia, per la Lionetti è stato anche un modo per prendersi una rivincita sportiva personale con la transalpina Berengere Schuh che aveva interrotto il cammino dell’arciera barlettana negli ottavi di finale della gara individuale, comunque archiviata con il nono posto conclusivo e il migliore piazzamento tra le tre azzurre in gara.

Il cammino individuale era partito ancora una volta quasi ad handicap, con il 21° posto complessivo al termine dei tiri preliminari e proseguito con gli scontri diretti nei quali la Lionetti ha confermato di dare il meglio di sé. E così sono arrivate le vittorie contro la danese Laursen e la polacca Lipiarska con l’identico punteggio di 4-2, secondo le nuove regole di punteggio delle gare individuali attuate dall’inizio di questa stagione agonistica e con gli arcieri a scontrarsi in serie di 6 frecce ciascuna, al meglio delle tre serie, e con l’assegnazione di due punti per il miglio punteggio ottenuto nella singola serie.


Negli ottavi è arrivato lo scontro sfortunato contro la già citata arciera francese, contro la quale la Lionetti vanta un record positivo ma anche alcuni stop difficilmente dimenticabili (come ai Giochi Olimpici di Pechino 2008); vinto il primo “round” con il parziale di 53-51, la Lionetti ha ceduto nella seconda serie solo alla freccia di spareggio prima di arrendersi nella terza e decisiva serie di sei frecce chiusa dalla Schuh con altrettanti “10” (60-53).

«Non riesco ad essere contenta al 100%, - ha affermato Pia al termine della cerimonia di premiazione – anche se questa è la quarta edizione consecutiva che salgo sul podio, a squadre o individuale, in una rassegna continentale. Pazienza, tornerò a pensare a questo dato da domani quando mi dovrò concentrare sulle prossime gare in programma».

Infatti, ci sarà poco tempo per lei per “rifiatare”, perché già dal 6 al 12 giugno prossimi sarà in gara nella seconda prova di “Wolrd Cup” in programma ad Antalya in Turchia e poi disputerà la prima fase dell’«European Grand Prix» che si svolgerà nella città armena di Echmiadzin dal 21 al 27 giugno prossimi.

«E’ vero! Dovrò subito ricaricare le batterie per questi prossimi due appuntamenti internazionali ravvicinati, ma sono sicura che riuscirò a ricavarne il massimo grazie al preziosissimo aiuto di mio fratello Vincenzo, sempre al mio fianco, anche se solo telefonicamente e non personalmente, con i suoi indispensabili ed utilissimi consigli ed accorgimenti tecnici».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400