Cerca

Il San Severo esce a testa alta è il Bologna a scattare sul 2-1

Non basta il grande cuore della Mazzeo per aggiudicarsi gara tre della semifinale per la promozione in LegaDue di basket maschile. La Fortitudo è una formazione di tutto rispetto e lo ha dimostrato al PalaCastellana, davanti a 4500 spettatori, vincendo 57-63. Domenica si gioca di nuovo in Puglia (ore 18) per gara quattro. Una vittoria della Mazzeo porterebbe la serie alla «bella», altrimenti sfuma tutto
Il San Severo esce a testa alta è il Bologna a scattare sul 2-1
S. SEVERO-BOLOGNA 57-63 

MAZZEO CESTISTICA SAN SEVERO: Benedusi 2, Salamina 2, Fossati 14, Chiarello 9, Squeo n.e., Iannilli 2, Marzoli, Rugolo n.e., Rizzitiello 28, Faggiano. All. Coen.
FORTITUDO AMORI BOLOGNA: Muro 6, Malaventura 24, Borra n.e., Cittadini 8, Gigena 7, Lamma 6, Genovese n.e., Quaglia, Sorrentino 10, Micevic 2. All. Finelli.
Arbitri: Gagliardi di Frosinone e Bramante di Verona.
NOTE - Parziali: 14 – 8; 32 – 26; 37 – 47; 57 – 63. Tiri da due: San Severo 8/23 – Bologna 11/20; Tiri da tre: San Severo 11/28 – Bologna 10723; Tiri liberi: San Severo 8/10 – Bologna 11/14. Spettatori: 4.500.

SAN SEVERO - Non basta il grande cuore della Mazzeo Cestistica San Severo per aggiudicarsi gara tre della semifinale per la promozione in LegaDue. La Fortitudo Bologna è una formazione di tutto rispetto e lo ha dimostrato al PalaCastellana, davanti a 4500 spettatori. Alla fine è stata festa per il gruppetto di sostenitori giunti da Bologna, fiduciosi del riscatto.

La Mazzeo deve fare a meno di Giovanni Rugolo (iscritto a referto per onor di firma) mentre Bologna riesce a recuperare Malaventura. Proprio l’esterno felsineo è stato determinante per la vittoria della formazione di coach Finelli.

Partono bene i padroni di casa con Rizzitiello (migliore dei «neri») con la

Mano caldissima (8-2 al 5’). Sorrentino prova a reagire ma l’ammiraglio sanseverese piazza due triple (11-6 all’8’). Nel secondo quarto i padroni di casa spingono e trovano il massimo vantaggio (28-12 al 16’) sempre con le triple di Rizzitiello.

Al rientro dagli spogliatoi la partita cambia completamente volto. Bologna chiude bene la difesa e trova buone soluzioni in attacco. Malaventura piazza tre triple per il sorpasso della Effe (37-40 al 26’).

La Mazzeo sembra accusa il colpo e la Fortitudo ne approfitta per continuare a piazzare break su break. Nel quarto finale ancora Rizzitiello prova a suonare la carica ma il Bologna è attenta a non far rientrare i «neri». Una piccola speranza finale di recupero viene ancora respinta da Cittadini e compagni.

A fine partita i tifosi sanseveresi hanno applaudito a lungo la squadra di coach Piero Coen, a sottolineare la splendida stagione fin qui disputata. Una sconfitta non può vanificare tutto quanto fatto da questa squadra, a cui molti addetti ai lavori alla vigilia del campionato consideravano tra le più indiziate alla retrocessione. Domani si torna di nuovo al PalaCastellana (ore 18) per gara quattro. Una vittoria della Mazzeo porterebbe la serie alla «bella» mentre l’affermazione della Fortitudo chiuderebbe la contesa per gli emiliani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400