Cerca

L’Italia della pallavolo parte forte Gioia del Colle si accende subito

Comincia nel migliore dei modi l’avventura degli azzurri in terra pugliese per le qualificazioni agli Europei. Gli uomini di Anastasi battono la Bielorussia per 3-0 e danno modo di capire che quella in Turchia è stata una brutta storia: serve riparare. Infatti, Fei, Savani, Cernic e compagni, orchestrati a meraviglia da Vermiglio, non hanno fatto fatica a vincere la prima gara. Sabato Italia–Romania
L’Italia della pallavolo parte forte Gioia del Colle si accende subito
ITALIA-BIELORUSSIA 3-0 

ITALIA: Sala 6, Vermiglio 2, Cernic 8, Buti 6, Fei 19, Savani 10, Marra (L), Zaytsev, Lasko. Non entrati: Barone, Maruotti e Travica. All. Anastasi.
BIELORUSSIA: Mikanovich 6, Udrys 3, Antanovich 4, Akrem 11, Klysheuski 4, Haramykin 1, Likharad (L), Audochanka 10, Busel 2, Zabarouski. Non entrati: Kurash. All. Sidelnikov.
ARBITRI: Rajkovic (Croazia) e Simonovic (Serbia).
NOTE - Progressione set: 25-21, 25-19, 25-19 durata 24’, 25’, 24’. Battute sbagliate: 12 Italia, 16 Bielorussia. Battute vincenti: 3 Italia, 1 Bielorussia. Muri vincenti: 7 Italia, 8 Bielorussia.

GIOIA DEL COLLE - Comincia nel migliore dei modi l’avventura degli azzurri in terra pugliese. Batte la Bielorussia per 3-0 e dà modo di capire che quella in terra turca è stata una brutta storia: serve riparare. Infatti, Fei, Savani, Cernic e compagni, orchestrati a meraviglia da Vermiglio, non hanno fatto fatica ad avere ragione dei bielorussi.

Avvio deciso dell’Italia, anche se la Bielorussia, almeno fino al 16-14, ha tenuto testa agli italiani, fin quando una pipe di Cernic e un ace di Savani concedono agli azzurri il break che gli consente di amministrare senza sforzo la prima frazione. Vermiglio lo si vede all’inizio del secondo set, quando con grande naturalezza metteva in condizione Savani, Cernic e Fei di bucare la difesa bielorussa, dove anche il suntuoso Sala non perdeva tempo a mettere in ginocchio gli avversari con pregevoli primi tempi. Quanto basta per portarsi sul 2-0.

Punteggio che spinge con prepotenza gli azzurri verso una convincente vittoria al termine di un match dove attacco, ricezione e servizio hanno spento sul nascere l’esile velleità degli avversari. Ed oggi per gli azzurri ci sarà la Romania dell’ex Gioia Bogdan Olteanu.

Il match inaugurale ha vissuto un prologo emozionante, con l’intitolazione dell’impianto al compianto Pinuccio Capurso, al quale gli «Ultras 3M» hanno dedicato questo striscione: «Tutto cominciò con te… grazie Pinuccio Capurso».

Il primo incontro della giornata si è chiuso con il successo della Turchia sulla Romania per 3-0 (22, 16, 23).

Luigi Mongelli

Così oggi 17,30 Bielorussia – Turchia (arb.: Simonovic, Serbia e Rajkovic, Croazia); 20,30 Italia – Romania (arb.: Carrera Benitez, Spagna e Ormonde, Portogallo). CLASSIFICA: Turchia 8, Italia 6; Bielorussia 2, Romania 0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400