Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:23

Gallipoli, l’azionariato piace Lunedì l’incontro al Comune

Ha avuto un discreto successo l’assemblea pubblica convocata dal Comitato «Il mio Gallipoli». È stato fissato in 100 euro il valore delle singole quote societarie e la predisposizione a sottoscriverle c’è. Ora bisognerà attendere l’esito dell’incontro con l’amministrazione comunale. Dopodiché si entrerà nel vivo dell’operazione per salvare il calcio nella città salentina dopo la retrocessione in Prima Divisione
Gallipoli, l’azionariato piace Lunedì l’incontro al Comune
GALLIPOLI - Ha avuto un discreto successo l’assemblea pubblica convocata dal Comitato «Il mio Gallipoli». Ieri i tifosi hanno gremito la sala della Parrocchia Sant’Antonio per ascoltare la proposta di azionariato popolare lanciata dai fondatori dell’associazione: Attilio Caputo, Giorgio Della Ducata, don Salvatore Leopizzi, Sergio Mello. Erano presenti anche diversi imprenditori locali. È stato fissato in 100 euro il valore delle singole quote societarie e la predisposizione a sottoscriverle c’è.

Ora bisognerà attendere l’esito dell’incontro di lunedì prossimo con l’amministrazione comunale. Dopodiché si entrerà nel vivo dell’operazione. Nel frattempo don Salvatore ha dato la disponibilità di una delle sale parrocchiali da adibire a sede del Comitato. Dopo lunedì verrà aggiornato il sito http://attivaweb.com/gallipolicalcio e aperto un conto corrente bancario per l’accredito delle quote. Pronte le prime adesioni, anche corpose: Giorgio Della Ducata, responsabile della Curva Sud, ha già trovato un paio di contatti pronti ad offrire un contratto di sponsorizzazione tecnica (fornitura abbigliamento) da 120mila euro e la fornitura dell’acqua per una stagione.

s.lop.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione