Cerca

Bari, il «progetto» riparte da Bonucci

Il punto di ripartenza del mercato biancorosso sembra sia rappresentato dalla risoluzione della comproprietà del difensore. Vedrete che Angelozzi si presenterà al Genoa con le idee chiare. Per nulla rassegnato a cedere la metà alle condizioni dei liguri. Mai come in questo caso risolvere la comproprietà a proprio favore potrebbe rivelarsi un colpaccio. Perché poi si potrebbe dare il via a una vera e propria asta
• Perdite di 19 milioni nel 2009
Bari, il «progetto» riparte da Bonucci
di ANTONELLO RAIMONDO 

BARI - Subito al lavoro. Guido Angelozzi e Giampiero Ventura non hanno perso tempo e si sono subito seduti attorno a un tavolino per gettare le basi della nuova programmazione. C’è tanta carne al fuoco, com’è stato più volte sottolineato nei giorni scorsi. Movimenti in entrata e non solo. Va sfoltita la roca con l’imperativo di non indebolire la rosa.

Ieri mattina tecnico e direttore sportivo si sono dati appuntamento al «San Nicola» per una prima ricognizione di mercato. I due si sono parlati davanti al presidente Matarrese, che naturalmente avrà illustrato ai suoi più stretti collaboratori le linee guida della società. Pausa a pranzo, poi nel pomeriggio di nuovo tutti insieme nella sede di contrada Torrebella.

Pare che il punto di ripartenza del mercato biancorosso sia rappresentato dalla risoluzione della comproprietà di Bonucci. C’è curiosità attorno a questa trattativa che potrebbe dare al Bari una preziosissima spinta nell’opera di antofinanziamento delle operazioni in entrata. Curiosità per curiosità, non si può non sottolineare la stranezza del comportamento del presidente del Genoa, Preziosi, che continua a parlare di Bonucci come di un calciatore di sua proprietà. Sbaglia, il patron rossoblù, se pensa di poter approfittare del Bari. Gran parte del mercato biancorosso dipenderà dall’esito di questa trattativa.

C’è un precedente che incoraggia a sperare in un esito favorevole al Bari sul piano finanziario. Guido Angelozzi diventa un «tipaccio» quando capisce che qualcuno prova a fare il furbo. Ricordate l’affare Roma-Lecce per Vucinic? Ebbene, il diesse siciliano riuscì nell’impresa di farsi pagare la seconda metà del cartellino dell’attaccante montenegrino ben 14 milioni di euro. Senza il ricorso alle buste che, si sa, spesso nascondono insidie.

Vedrete che Angelozzi si presenterà al Genoa con le idee chiare. Per nulla rassegnato a cedere la metà di Bonucci alle condizioni del Genoa. Mai come in questo caso, risolvere la comproprietà a proprio favore potrebbe rivelarsi un colpaccio. Perché, a quel punto, il Bari potrebbe dare il via a una vera e propria asta. Con Bonucci che finirebbe al miglior offerente.

I primi giorni della settimana prossima vedranno il diesse siciliano ufficialmente in azione. Probabile che Angelozzi trascorra qualche giorno al nord. È tempo di contatti e primi confronti. Con Juventus e Udinese, per esempio. «Ballano» le conferme di Almiron e Barreto, due pilastri del Bari di quest’anno che nessun tifoso osa immaginare con un’altra maglia. Non sarà facile perché c’è da scommettere che i due club bianconeri proveranno a monetizzare contando sull’ansia da riscatto della società pugliese. Potrebbe rivelarsi decisiva la volontà dei calciatori. E sia Almiron che Barreto hanno più volte lasciato intendere che la garanzia si chiama Giampiero Ventura. A chi non piacerebbe, d’altronde, lavorare con un allenatore così bravo nel costruire una squadra che faccia dell’organizzazione e dell’identità tattica un vero e proprio marchio di fabbrica?

Sia Ventura che Matarrese chiedono ad Angelozzi di alleggerire la rosa. Sono tanti i calciatori biancorossi che guadagnano bene pur senza recitare un ruolo da protagonisti. Sarebbe già importante risparmiare sugli ingaggi. Proprio in questi giorni crediamo che siano stati individuati i nomi in lista di partenza. Insomma, da quel che par di capire saranno tre mesi di fuoco. Dopo due anni in cui tutto è andato bene, anche con una buona dose di fortuna, serviranno idee chiare e anche un bel po’ di coraggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400