Cerca

Italvolley, vai all’attacco a Gioia c'è la Bielorussia

Parte con Turchia - Romania, il ritorno del torneo di qualificazione per gli Europei 2011 di pallavolo maschile. Kermesse che vede la squadra guidata da Anastasi obbligata in questa tappa pugliese a ritrovare il feeling con la vittoria e il bel gioco, ma soprattutto a mettere a segno una qualificazione che non dipende essenzialmente dagli azzurri e non solo. Mastrangelo è fuori gioco: ha un problema al gomito
Italvolley, vai all’attacco a Gioia c'è la Bielorussia
di LUIGI MONGELLI

GIOIA - Parte oggi, alle 17,30, con Turchia - Romania, il ritorno del torneo di qualificazione per gli Europei 2011 di pallavolo maschile. Kermesse che vede l’Italvolley guidata da Andrea Anastasi obbligata in questa tappa pugliese a ritrovare il feeling con la vittoria e il bel gioco, ma soprattutto a mettere a segno una qualificazione che non dipende essenzialmente dagli azzurri e non solo. E come già accaduto in Turchia, avversario degli azzurri in questo primo turno (dove è a rischio la presenza del centrale pugliese Gigi Mastrangelo, afflitto da un fastidio al gomito destro), sarà la Bielorussia dell’ex Nava Gioia Siarhei Antanovich.

«Gara in cui mi auguro di vedere all’opera un’Italia diversa da quella vista in Turchia la scorsa settimana - ammette il cittì azzurro - dove effettivamente abbiamo giocato male. Abbiamo bisogno di migliorare e allenandoci. E qui posso dire sono molto contento del lavoro che abbiamo fatto in questi giorni a Gioia. I ragazzi si sono applicati e i frutti si vedranno».

C’è stato chi ha detto di non aver visto al meglio Fei. «Alessandro è un grande giocatore e io ho tanta fiducia in lui, sono sicuro che è un atleta che ci darà grandi soddisfazioni. Ma come sempre in Italia quando qualcosa va male, siamo i primi ad essere critici. Siamo un popolo di critici su tutto, e questa cosa secondo me tante volte è deleteria».

Però c’è anche chi è convinto che il lavoro che sta facendo con i suoi ragazzi alla fine pagherà. «Su questo nutro grande fiducia, perché stiamo lavorando molto bene. Io ho fiducia, perché ho con me un gruppo di atleti di buona caratura tecnica e tattica. Abbiamo qualche intralcio, qualche piccolo infortunio, che ci ha tolto qualche giocatore dal campo. Però siamo all’inizio e tutti i ragazzi che avete visto lavorare in palestra in questi giorni si sono impegnati. Certamente la settimana scorsa abbiamo giocato molto male, però nello sport è meglio avere subito problemi, per capire dove intervenire e migliorare. Io penso che alla fine riusciremo ad aver un gioco importante perché i giocatori ce li abbiamo».

Mastrangelo è fuori gioco, purtroppo. «In questo momento ha un problema al gomito che si è riacutizzato e questo gli ha impedito di essere disponibile. Un vero peccato, perché ha perso la ghiotta opportunità di giocare alle porte di casa con la maglia azzurra».

Programma odierno 

17,30 Turchia-Romania (arb.: Ormonde, Portogallo e Benitez, Spagna). 
20,30 Italia-Bielorussia (arb.: Rajkovic, Croazia e Simonovic, Serbia). Differita su RaiSportPiù alle 24,00.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400