Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 06:15

Andria pregusta la salvezza ma tiene molto alta la tensione

Sembra orientato al ripristino del 4-4-2 mister Papagni, che nel test in famiglia ha fatto le prove generali in vista della sfida di ritorno dei playout di Prima Divisione di calcio contro il Giulianova. Con il recupero dei difensori Di Simone e Pomante, il pacchetto arretrato ritrova solidità ed esperienza, quanto mai indispensabili per evitare distrazioni fatali (come successo all’andata, quando finì 1-1). Sy in attacco
Andria pregusta la salvezza ma tiene molto alta la tensione
di Aldo Losito

ANDRIA - Sembra orientato al ripristino del 4-4-2 mister Papagni, che nel test in famiglia ha fatto le prove generali in vista della sfida di ritorno dei playout col Giulianova. Con il recupero dei difensori Di Simone e Pomante, il pacchetto arretrato ritrova solidità ed esperienza, quanto mai indispensabili per evitare distrazioni fatali (come successo all’andata).

Si dovrebbe ricomporre in avanti la coppia Sy-Anaclerio. Se in terra abruzzese, Papagni ha preferito irrobustire la linea mediana, domenica al «Degli Ulivi» dovrebbero essere due gli attaccanti. L’unico dubbio è legato al centrocampo. Se in cabina di regia le scelte sono ancorate al tandem Paolucci-Iennaco (Mezavilla è squalificato), sono ancora da scegliere gli esterni. Il brasiliano Chiaretti è l’unico sicuro, mentre Doumbia e Rizzi si giocano una maglia da titolare.

Il tecnico deciderà solo poco prima del match, tenendo tutti sulla corda. La posta in palio è importantissima, con l’Andria che ha a disposizione due risultati su tre per conquistare la salvezza. Guai, però, a sottovalutare gli avversari allenati dall’ex Dino Bitetto.

Intanto prosegue a ritmi incessanti la vendita dei biglietti. La città è tappezzata di manifesti di invito a seguire la partita che vale un’intera stagione. «L’apporto del pubblico è fondamentale - spiega il presidente Pasquale Musci - la sfida di domenica risulta fondamentale anche per il futuro di questa società. La permanenza in Prima divisione potrebbe consentire di avviare un progetto importante per questo sodalizio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione