Cerca

Foggia, ora fa «caldo» anche grazie al meteo

Con il morale decisamente più alto rispetto a qualche giorno fa,  la squadra di Ugolotti ha ripreso la preparazione allo «Zaccheria», in vista del ritorno dei playout di Prima Divisione, sotto i trenta gradi dell’anticipo d’estate foggiana. Ad eccezione del difensore Artipoli e dell’attaccante Mattioli, infortunati ed entrambi in permesso, hanno risposto tutti al primo appello dopo la vittoria in trasferta contro il Pescina
Foggia, ora fa «caldo» anche grazie al meteo
di Filippo Santigliano

Foggia - Con il morale decisamente più alto rispetto a qualche giorno fa, il Foggia di Ugolotti ha ripreso ieri la preparazione allo «Zaccheria» sotto i trenta gradi dell’anticipo d’estate foggiana. Ad eccezione del difensore Artipoli e dell’attaccante Mattioli, infortunati ed entrambi in permesso, hanno risposto tutti al primo appello dopo la vittoria in trasferta contro il Pescina. Ugolotti ha fatto svolgere un lavoro sulla resistenza fisica e sulle distanze, forza e reattività per i portieri; a chiusura di sessione, partitella a tema. Sono rimasti a riposo precauzionale Velardi e Caraccio, mentre hanno svolto lavoro differenziato Basta, Liccardi e Trezzi. Si è regolarmente allenato invece Agnelli che, dopo la gara di domenica scorsa in Abruzzo, era ripartito per Foggia con una vistosa fasciatura alla caviglia per una botta rimediata in gara.

Da una buona ad una notizia relativamente cattiva, e cioè l’ultimo posto per il Foggia nella Coppa Disciplina. A guardarli in campo non si direbbe, ma il Foggia - secondo la Lega Pro - è la squadra più cattiva della «prima divisione». Ultimo nella graduatoria per la Coppa Disciplina. Un Foggia nervoso soprattutto sotto la gestione di Pecchia e Porta quando ha rimediato la bellezza di sette delle otto espulsioni registrate nella stagione regolare: Carbone, Mancino, Mattioli, D’Amico, Salgado per ben due volte, Ferrari (questi ultimi tre hanno cambiato maglia a gennaio) sono i giocatori finiti fuori con Pecchia e Porta in panchina; solo Agnelli ha rimediato una espulsione, per doppia ammonizione, con la gestione Ugolotti.

Anche da questo punto di vista, insomma, c’è una differenza notevole tra il «primo» ed il «secondo» Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400