Cerca

Bari, dopo Perinetti arriva Angelozzi?

di FABRIZIO NITTI
Il Bari è vicinissimo ad annunciare il nome dell'uomo che dovrà sostituire Giorgio Perinetti. Ieri pomeriggio nelle stanze del San Nicola, Vincenzo Matarrese e Salvatore Matarrese, presidente e amministratore delegato biancorossi, hanno chiuso il cerchio al termine di una riunione pomeridiana: nuovo direttore sportivo dovrebbe essere Guido Angelozzi, il dirigente siciliano che ha già lavorato in Puglia con la «maglia» della Fidelis Andria e con quella, di recente, del Lecce
Bari, dopo Perinetti arriva Angelozzi?
di FABRIZIO NITTI
BARI - Lavori in corso. Il Bari e il direttore sportivo, una storia infinita. Il tempo è trascorso velocemente, il «mercato» chiama, il Bari è vicinissimo ad annunciare il nome dell’uomo che dovrà sostituire Giorgio Perinetti. Ieri pomeriggio nelle stanze del San Nicola, Vincenzo Matarrese e Salvatore Matarrese, presidente e amministratore delegato biancorossi, hanno chiuso il cerchio al termine di una riunione pomeridiana. Un summit operativo in piena regola, al termine del quale è stato deciso il nome nuovo direttore sport ivo. La pista che resta «calda» è quella che conduce a Guido Angelozzi, il dirigente siciliano che ha già lavorato in Puglia con la «maglia» della Fidelis Andria e con quella, di recente, del Lecce. 

Angelozzi è stato il primo nome al quale hanno pensato i Matarrese nel momento in cui il divorzio da Perinetti è diventato ufficiale. Angelozzi, che oltre alla sfortunata esperienza in Salento ha alle spalle anche molti anni di lavoro positivo, resta in attesa della telefonata giusta. Ha voglia di rientrare nel giro che conta e soprattutto di lavorare in una piazza importante quale è quella barese, di misurarsi con le esigenze dei tifosi e quelle della società. 

L’attesa dell’annuncio pare sia riconducibile soltanto al ritorno di Ventura e compagni dal Messico. Non è un mistero, fra il tecnico genovese e Angelozzi c’è un buon feeling. Ed anche, in verità, al rientro del segretario Doronzo, l’«uomo dei contratti», anch’egli in Messico. Non è escluso che nel giro di un paio di giorni il Bari annunci il direttore sportivo. Le altre opzioni restano in piedi ma molto staccate, anche se nel mondo del calcio ciò che sembra sicuro oggi, perde certezze nel giro di poche ore. Osti è un capitolo chiuso, viste le difficoltà del dirigente atalantino ad allontanarsi da casa (Piacenza). 

Rino Foschi è stata una idea che si è poi affievolita. Amedeo Carboni una scommessa che, forse, i dirigenti biancorossi non si sono sentiti di vivere fino in fondo, anche perché l’ex d.s. del Valencia è rimasto fuori dal giro italiano per un bel po’. Castagnini, Ceravolo, Berta, Caira, gli altri nomi che sono finiti nel calderone ma che, pare, non hanno poi convinto fino in fondo per avariate motivazioni. 

Venerdì, intanto, un’altra importante scadenza attende il club biancorosso. È prevista infatti l’assemblea dei soci in seconda convocazione, dopo che quella stabilita il giorno 30 aprile andò deserta. All’ordine del giorno il rinnovo delle cariche e l’approvazione del bilancio 2009. Un bilancio che si annuncia pesantissimo, con una perdita che andrebbe oltre i 19 milioni di euro (il 2009 è stato diviso fra la serie B della promozione e la serie A, complessivamente pochi introiti e molte spese soprattutto nel monte ingaggi). Un passivo che dovrà essere ripianato per forza di cose. 

Per il rinnovo delle cariche, poi, non dovrebbero esserci sorprese, salvo clamorosi contropiede dell’ultima ora. Vincenzo e Salvatore Matarrese dovrebbero mantenere le cariche attuali, così come rinnovo delle cariche: Salvatore Matarrese (figlio dell’ing. Michele) e Domenico De Bartolomeo saranno confermati consiglieri. Nessuna novità inoltre per il collegio sindacale, formato dal trio Fornarelli, Veneziani, Loconsole (più due supplenti).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400