Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 17:43

Espulsi dalle Olimpiadi cinque pesisti dopati

La Federazione internazionale sollevamento pesi ha reso noto i loro nomi: Wafa Ammouri (Marocco), Victor Chislean (Moldavia), Zoltan Kacskes (Ungheria), Tratima Kumari Na (India) e Shabaz Sule (Turchia).
•Judo: medaglia di bronzo per Lucia Morico
Azzurri olimpici per spot: trasmettono valori
•L'Italia della pallavolo batte l'Australia per 3-0
•Nuoto: fuori Vismara e Scarica
• Nel fioretto Vezzali d'oro e Trillini d'argento
ATENE - Cinque pesisti iscritti ai Giochi di Atene non hanno superato il test anti-doping. Lo ha detto il Comitato internazionale olimpico, a conferma di un'anticipazione data dal presidente della Federazione tedesca di sollevamento pesi, Claus Umbach.
La Federazione internazionale sollevamento pesi ha quindi reso noto i nomi dei cinque atleti: Wafa Ammouri (Marocco), Victor Chislean (Moldavia), Zoltan Kacskes (Ungheria), Tratima Kumari Na (India) e Shabaz Sule (Turchia).
Tutti e cinque sono stati ovviamente sospesi dai Giochi, in attesa delle conclusioni dell'inchiesta, ha precisato un portavoce della Federazione.
Un sesto pesista, Nan Aye Khine, di Myanmar, era stato espulso dai giochi lunedì perchè risultato positivo a uno steroide anabolizzante.
Un alto dirigente della Federazione internazionale, che ha chiesto di non essere citato, ha definito i risultati di questi ultimi test un altro colpo alla già compromessa immagine del sollevamente pesi, una disciplina da anni al centro di scandali legati al doping. «Quanto accaduto è una cosa terribile per lo sport», ha sottolineato la fonte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione