Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:21

Bari, caccia aperta al direttore sportivo

Stretta finale, si attendeva solo il rientro di Matarrese per trarre le conclusioni. Questa volta definitive. La situazione è in stand-by, se non fosse che l’evoluzione negativa della trattativa con Osti avrebbe spostato l’ago della bilancia dalla parte di Angelozzi. Il quale ha smorzato però i termini: «Sto ricevendo un sacco di telefonate, ma per adesso non so assolutamente niente»
Bari, caccia aperta al direttore sportivo
di Fabrizio Nitti

BARI - Stretta finale, si attendeva solo il rientro di Vincenzo Matarrese per trarre le conclusioni. Questa volta definitive. Il presidente è rientrato ieri sera da Bologna dove si è recato per questioni di lavoro. La situazione è in stand-by, se non fosse che l’evoluzione negativa della trattativa con Carlo Osti avrebbe spostato l’ago della bilancia dalla parte di Guido Angelozzi. Il quale ha smorzato però i termini: «Sto ricevendo un sacco di telefonate, ma per adesso non so assolutamente niente».

In effetti il dirigente siciliano è soltanto in attesa della telefonata giusta, quella decisiva, quella che aprirebbe le porte degli uffici di Strada Torrebella. Ventura, in Messico con la squadra, resta in attesa di sapere con quale direttore sportivo dovrà confrontarsi, a chi girare le esigenze tecniche per puntellare una squadra che quest’anno ha già regalato grandi soddisfazioni. Ventura e Angelozzi non hanno mai lavorato assieme, «sfiorandosi« soltanto in occasione della parentesi leccese di Angelozzi, che avrebbe voluto riportare in Salento il tecnico genovese. Il matrimonio non si concretizzò e in giallorosso approdò poi Beretta.

Restano in ballo, però altri pretendenti alla poltrona che è stata di Giorgio Perinetti: il navigato Rino Foschi, l’ex capo degli osservatori juventini Castagnini, il giovane Amedeo Carboni, l’ex parmigiano Berta. Ma non sono esclusi colpi a sorpresa.

C’è sempre più movimento, intanto, attorno Leonardo Bonucci, in comproprietà fra Bari e Genoa. La società ligure potrebbe inserire nell’operazione il difensore brasiliano Diego Angelo (24), appena giunto in Liguria, per «ammorbidire» la richiesta economica del Bari, che giustamente intende monetizzare dopo aver valorizzato il giovane stopper laziale.

La squadra biancorossa è partita ieri pomeriggio alla volta del Messico, dove il 22 affronterà in amichevole a Cancun il Chivas. Questi i giocatori che Ventura ha convocato: Almiron, Barreto, Belmonte, Castillo, Crimi, Caracciolo, Donati, Gazzi, Lamberti, A.Masiello, S.Masiello, Padelli, Parisi, Pisano, Rivas, Stellini, Visconti. Non ci saranno, perché convocati dalle rispettive nazionali, Kutuzov (Bielorussia), Kamatà (Angola), Alvarez (Honduras), Gosztonyi e Koman (Ungheria), Gillet (Belgio; il portiere però raggiungerà il resto del gruppo direttamente in Messico), Bonucci, Non sono partiti, invece: Langella, Meggiorini, Ranocchia, Sforzini, Sestu, Diamoutene, De Vezze, Allegretti. Della comitiva fa parte il team manager Luciano Tarantino, fino a qualche tempo fa uomo di fiducia di Giorgio Perinetti, ma che il d.s. non ha portato con sè, nella nuova avventura in Toscana. Tarantino ha altri due anni di contratto con il Bari ma pare che la società non abbia più intenzione di avvalersi della sua collaborazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione