Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:05

Omegna o Fortitudo sul cammino dell'incredibile Mazzeo San Severo

La squadra foggiana è tra le quattro regine del campionato di «Serie A Dilettanti» di pallacanestro maschile. Il secondo turno delle semifinali dei playoff non ha però ancora sciolto tutte le riserve e sancito le formazioni che disputeranno i giochi ad incrocio di girone tra A e B per le due promozioni al campionato di LegaDue. I giochi sono fatti definitivamente solo per il girone B. Nel girone A è ancora quasi tutto da definire
Omegna o Fortitudo sul cammino dell'incredibile Mazzeo San Severo
di Pino Pistillo

SAN SEVERO - La Mazzeo Cestistica San Severo è tra le quattro regine del campionato di «Serie A Dilettanti» di pallacanestro. Il secondo turno delle semifinali dei playoff non hanno ancora sciolto tutte le riserve e sancito le formazioni che disputeranno i giochi ad incrocio di girone tra A e B per le due promozioni al campionato di LegaDue.

I giochi sono fatti definitivamente solo per il girone B, dove oltre alla Mazzeo si è registrata la qualificazione anche della Sigma Barcellona Pozzo di Gotto, che ha superato con un netto 2 a 0 la Liomatic Perugia. Così la formazione di coach Piero Coen viene «condannata» a disputare la semifinale promozione mentre i siciliani di coach Franco Gramenzi disputeranno la finale che, oltre al primo salto di categoria, assegnerà anche lo scudetto dilettanti. Nel girone A è ancora quasi tutto da definire. Di certo c’è solo la qualificazione della Fortitudo Bologna, nobile decaduta che poche stagioni addietro dominava in serie A. Forlì e Omegna dovranno fare ricorso alla “bella”, che si disputerà domani sul parquet forlivese, la cui vincente approderà alle finali. In caso di passaggio del turno del Forlì, la squadra di coach Giampaolo Di Lorenzo affronterebbe il Barcellona e la Mazzeo incrocerebbe la Fortitudo. Se, invece, l’Omegna dovesse sbancare il campo emiliano la situazione cambierebbe totalmente. La finale scudetto sarebbe cosa tra Bologna e Barcellona mentre la Mazzeo affronterebbe, sempre per la semifinale promozione, i piemontesi. Tutto l’ambiente sanseverese attende con trepidazione le sorti del match di domani, facendo il tifo per l’Omegna che, avendo chiuso la stagione regolare con due punti in meno in classifica rispetto alla Mazzeo, favorirebbe i «neri» per il fattore campo. In caso di incrocio con Bologna, la Cestistica giocherebbe le prime due partite sul capo felsineo domenica e martedi mentre gara tre si disputerebbe venerdì al PalaCastellana, che sarebbe teatro anche della eventuale quarta partita mentre per la quinta si tornerebbe a Bologna. In caso di incrocio con l’Omegna, la Mazzeo giocherebbe in casa le prime due, ad Omegna la terza e l’eventuale quarta mentre si tornerebbe al PalaCastellana per gara cinque. Per poter giungere alla promozione, Faggiano e compagni dovranno vincere la semifinale promozione e poi battere la perdente della finale scudetto. Un percorso ancora lungo e difficilissimo che lascia sognare ancora ad occhi aperti tutto l’ambiente della Cestistica. Un ambiente che ormai comincia a prepararsi per entrare da protagonista nel palasport del Bologna che, molto probabilmente, sarà la prossima antagonista. Sarebbe un grande onore e un evento di prestigio per la Cestistica e, più in generale, per tutta la pallacanestro provinciale e non solo. Un appuntamento per il quale la Mazzeo ha già preparato il vestito buono per essere all’altezza della situazione. Per la prima in casa sarebbe lecito attendersi il tutto esaurito, che frantumerebbe tutti i record dei playoff della passata stagione al PalaCastellana. In attesa della conferma ufficiale, la squadra oggi riprende gli allenamenti, con una particolare attenzione per Nelson Rizzitiello, infortunatosi a Siena ma sulla via del pieno recupero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione