Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:52

Il mago del poker sportivo pronto a sbancare Budapest

Un poggiardese protagonista del texas hold'em online, il «poker texano» diventato una mania grazie anche all’interesse delle tv. Massimiliano Ruggeri, trentaquattro anni, operaio, ha vinto il torneo su internet organizzato dalla Bet Italy di Tricase, nell’ambito del People’s Poker Tour 2010, e ha acquisito il diritto a partecipare alla tappa internazionale che si svolgerà, dal 9 al 12 giugno, al casinò Tropicana in Ungheria
Il mago del poker sportivo pronto a sbancare Budapest
di Salvatore Ciriolo

POGGIARDO - Un poggiardese protagonista del texas hold'em online, il «poker texano» diventato una mania grazie anche all’interesse delle tv. Massimiliano Ruggeri ha vinto il torneo su internet organizzato dalla Bet Italy di Tricase, nell’ambito del People’s Poker Tour 2010, e ha acquisito il diritto a partecipare alla tappa internazionale che si svolgerà, dal 9 al 12 giugno, al casinò Tropicana di Budapest in Ungheria.

Trentaquattro anni, operaio, Ruggeri da almeno un paio d’anni dedica il tempo ad entusiasmanti gare di poker sportivo online. La finalissima, giocata nei giorni scorsi su un computer della filiale di Maglie dell’agenzia, davanti agli altri nove finalisti, anch’essi davanti al computer ma nella stessa sala, lo ha visto partire sornione, perdere inizialmente parte delle 1500 fiches assegnategli, attendere con pazienza il momento utile e, quindi, piazzare il colpo finale per poi esplodere in un urlo liberatorio. «Ruggeri vola in Ungheria!», è scritto, infatti, su alcune locandine distribuite nei locali di Poggiardo, probabilmente dagli stessi amici che nella serata della vittoria, dopo aver seguito la fortunata partita in diretta sul computer, lo hanno atteso per brindare presso il Punto Gioco dei Fratelli Guglielmo, affiliato alla Bet Italy presso cui è «registrato» Ruggeri e che lo sponsorizzerà, occupandosi anche del suo vestiario nell’avventura ungherese, dove in palio si preannuncia un montepremi di 350mila euro. «Non voglio pensare al premio in palio nel casinò di Budapest – dice il «mago» del poker online – la cosa importante è sempre quella di partecipare alle gare, specie – aggiunge divertito - se per farlo non c’è bisogno di pagare». Grazie al primo posto conquistato sabato scorso, infatti, il viaggio ed il soggiorno in Ungheria per l’operaio poggiardese saranno completamente gratuiti, così come sarà esentato dal pagamento dei 2mila euro di tassa d’iscrizione alla tappa del People’s Poker Tour 2010.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione