Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:28

Taranto sceglie il tecnico Brucato è in pole position

Il presidente D'Addario si sarebbe pentito dell'esonero, tanto da riallacciare i rapporti con Brucato, che piace pure per le sue capacità manageriali. Tra le parti c'è già stato un incontro, a cui ne seguirà un secondo nei prossimi giorni, probabilmente quello decisivo per definire gli ultimi dettagli per la guida nella prossima Prima Divisione di calcio. Deboli appaiono le candidature di Papagni, Auteri e Scannimanico
Taranto sceglie il tecnico Brucato è in pole position
di Enrico Sorace

TARANTO - Dovrebbe essere questa la settimana della scelta del nuovo allenatore del Taranto. Il dado è quasi tratto, visto che la dirigenza è sempre più orientata a riaffidarsi a Giuseppe Brucato, scaricato a gennaio e ora vicino al ritorno anche in forza di un contratto che scade il prossimo anno. Il presidente D'Addario si sarebbe pentito dell'esonero, tanto da riallacciare i rapporti con Brucato, che piace pure per le sue capacità manageriali. Tra le parti c'è già stato un incontro, a cui ne seguirà un secondo nei prossimi giorni, probabilmente quello decisivo per definire gli ultimi dettagli. Deboli appaiono le candidature di Papagni, Auteri e Scannimanico, tutti impegnati con playoff e playout. 

Sul fronte giocatori, ci sono da risolvere alcune questioni spinose legate soprattutto ai contratti più onerosi. Corona avrebbe già raggiunto un'intesa per la risoluzione (lo cerca il Siracusa), ma si attende l'arrivo in città del suo procuratore; Innocenti è pronto a rescindere in cambio di una contropartita economica; tutte da decifrare, invece, le posizioni di Scarpa, Di Roberto, Coppola e Ferraro. In tema di riconferme D'Addario e il suo staff starebbero lavorando per il rinnovo dei prestiti di Cuneaz con il Mantova e di Quadri con la Lazio. Difficile trattenere Bremec: il portiere spagnolo ambisce alla B. Nella giornata di ieri, intanto, si è diffusa la notizia di un possibile coinvolgimento nel Taranto dell'attuale ds dell'Andria Riccardo Di Bari in qualità di consulente. L'interessato, però, ha smentito. «Penso solo alla salvezza dell'Andria, ma incarichi di consulenza non mi interessano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione