Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:52

Castellana, festa e prime voci l'opposto Cleber per la serie A1

La notizia della partecipazione al massimo campionato nazionale di pallavolo maschile da parte della New Mater ha mandato in visibilio il popolo castellanese. Un paese di 19mila abitanti che, dopo la Florens in campo femminile, potrà vantare due squadre nell'élite del volley italiano. Smaltita l'euforia, la dirigenza barese sta già provvedendo a sistemare le questioni più importanti, in primis quella relativa al palazzetto
• La Florens del futuro riparte da Radogna
Castellana, festa e prime voci l'opposto Cleber per la serie A1
di Gianluca Cascione

CASTELLANA  - È festa: la notizia della partecipazione al massimo campionato nazionale di pallavolo da parte della New Mater ha mandato in visibilio il popolo castellanese. Un paese di 19mila abitanti, dopo la Florens in campo femminile, potrà vantare due squadre nell'élite del volley italiano. Smaltita l'euforia, la dirigenza barese sta già provvedendo a sistemare le questioni più importanti, in primis quella relativa al palazzetto.

Il Pala Grotte non potrebbe ospitare le partite interne del sodalizio del presidente Carpinelli. La società spera di ricevere una proroga dalla Lega in attesa di rendere a norma la propria dimora: se gli organi federali non dovessero accettare la richiesta, è molto probabile che la Bcc-Nep, almeno per le prime partite della stagione, ospiti gli avversari al Pala San Giacomo di Conversano. Contemporaneamente il direttore sportivo Vito Primavera – confermato insieme all'intero staff tecnico e, soprattutto, all'allenatore brasiliano Lattari – sta sondando il terreno per la campagna acquisti. La società, come ha sottolineato nei giorni scorsi, ha optato per l'acquisto del titolo dalla Prisma Taranto principalmente per poter arrivare a qualsiasi giocatore, eventualità impossibile se la New Mater avesse aspettato il 15 luglio per il possibile ripescaggio. Massimo riserbo da parte della dirigenza sui giocatori che potrebbero indossare la casacca giallo-blu nel campionato 2010/11: sembra improbabile che i componenti dell'attuale rosa siano riconfermati in A1, anche se non è escluso che qualcuno dei protagonisti della straordinaria stagione appena conclusa possa partecipare, a completamento del roster, anche il prossimo anno.

Tra le fantasie popolari, le voci che si rincorrono sussurrano di atleti ex Taranto pronti a sposare la causa castellanese: il primo nome a circolare è quello dell'opposto 31enne brasiliano Cleber de Oliveira (200 cm), autore di 420 punti nell'ultima stagione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione