Cerca

D’Odorico rinviato a giudizio truffa aggravata in concorso

Il presidente dimissionario del Gallipoli Calcio comparirà innanzi al Tribunale il prossimo 16 settembre. Assieme al socio di minoranza Concina avrebbe sottaciuto durante la transazione per l'acquisto del club l'esistenza di due iscrizioni ipotecarie a loro carico (una a favore di un istituto di credito datata 2005; una giudiziale del 2009): il silenzio, secondo l’accusa, avrebbe indotto in errore la vecchia proprietà
• Le squalifiche in serie B
D’Odorico rinviato a giudizio truffa aggravata in concorso
di STEFANO LOPETRONE

GALLIPOLI - Rinviato a giudizio. Il presidente dimissionario del Gallipoli Calcio, Daniele D'Odorico, comparirà innanzi al Tribunale monocratico di Gallipoli il prossimo 16 settembre. Assieme al socio di minoranza, Christoph Concina (1% del pacchetto azionario), dovrà rispondere di una presunta truffa aggravata in concorso.

I due avrebbero sottaciuto durante la transazione per l'acquisto del club l'esistenza di due iscrizioni ipotecarie a loro carico (una a favore di un istituto di credito datata 2005; una giudiziale del 2009): il silenzio, secondo l’accusa, avrebbe indotto in errore la vecchia proprietà, Vincenzo Barba (detentore all’epoca del 95% delle quote) e il nipote Antonio Barba (5% delle azioni). I due accusati non avrebbero versato, come stabilito dal contratto, né la garanzia fideiussoria entro il 15 settembre 2009 tantomeno il pagamento dei primi due ratei (500mila euro entro il 30 settembre; 1milione di euro entro il 30 dicembre). Da qui l’esposto-querela di Vincenzo e Antonio Barba, firmato dall’avvocato Andrea Sambati il 31 dicembre e per il quale la Procura attraverso il Pm Stefania Mininni aveva aperto a metà gennaio un fascicolo di indagini (il Gip Ercole Aprile dispose anche il sequestro preventivo del pacchetto azionario). Chiuse le indagini, ecco il rinvio a giudizio: il processo comincerà il 16 settembre nella sede distaccata del Tribunale di Lecce, a Gallipoli. Il legale dell'imprenditore friulano, Massimo Manfreda del Foro di Brindisi, esprime il desiderio di andare quanto prima a processo: «Apprezziamo che si vada finalmente al dibattimento, dove si potrà verificare la consistenza delle prove, che sostengono accuse da noi rigettate». D'Odorico acquistò il 12 agosto scorso il club jonico per 3milioni 115mila 520 euro. Dal 19 gennaio la società è sotto la custodia di Ivan Carpentieri, custode giudiziario che ha convocato per l’ 11 maggio un’assemblea straordinaria per il ripianamento delle perdite (3 milioni di euro).

Mentre sui muri del Bianco appaiono scritte offensive nei confronti dell’ex presidente Vincenzo Barba e dell’attuale sindaco Giuseppe Venneri, i magazzinieri del club jonico, Paolo Riso e Giovanni Fasano - che avevano minacciato di abbandonare la società se non fossero stati pagati gli stipendi arretrati (da novembre) entro ieri - hanno ricevuto dalla dirigenza la garanzia che il dovuto sarà loro versato entro domani.

Per la gara casalinga con il Crotone, ultima chiamata per la salvezza, il direttore generale Giuseppe Iodice e il responsabile della biglietteria Riccardo Venneri hanno disposto una riduzione del 20% sul prezzo dei biglietti. Poltronissime, Vip, Palchi 30 euro (24 per gli over 65; 10 per le donne; 5 per i bambini); Tribuna Centrale Superiore 20 euro (16 per gli anziani; 5 per le donne; 3 per i bambini; la Tribuna Centrale Inferiore costerà 16 euro (10 per anziani; 5 per le donne e 3 per i bambini). Costerà 8 euro la Tribuna Est (6 per gli anziani; 3 per le donne, 2 per i bambini). I non deambulanti potranno assistere dal parterre al prezzo di 3 euro (5 per l’accompagnatore).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400