Cerca

Internazionali Tennis a Roma la Vinci passa al II turno

Roberta Vinci si è qualificata per il secondo turno degli Internazionali Bnl d'Italia, in corso di svolgimento sui campi di terra battuta del Foro Italico. La tennista tarantina si è imposta all’esordio, con il punteggio di 7-6(6) 7-6(5), alla russa Alisa Kleybanova. Superati i problemi fisici che l'avevano condizionata una settimana fa in Fed Cup, Roberta Vinci è ora proiettata al match di domani con la polacca Radwanska: «Sarà una partita dura – dice la tennista pugliese – lei è una tosta»
Internazionali Tennis a Roma la Vinci passa al II turno
ROMA – Roberta Vinci si è qualificata per il secondo turno degli Internazionali Bnl d’Italia, in corso di svolgimento sui campi di terra battuta del Foro Italico. La tennista tarantina si è imposta all’esordio, con il punteggio di 7-6(6) 7-6(5), alla russa Alisa Kleybanova. Eliminata invece Sara Errani, che si è arresa per 2-6 6-1 6-4 alla romena Alexandra Dulgheru. 

VINCI: BELLA VITTORIA NON HO MOLLATO 
Si rammarica un po' Roberta Vinciperchè a Roma “non riesco a dare mai il 100 per 100. Anche oggi ho giocato al 70 per cento delle mie possibilità” ma la gioia per aver raggiunto il secondo turno è grande. La tarantina ha superato la russa Alisa Kleybanova. Ora aspetta al varco Agnieszka Radwanska e avverte “sarà dura ma io sono carica”. 

Poi commenta il successo sulla Kleybanova: “E' stata una grande vittoria. Un partita dura e difficile sotto il profilo tennistico e fisico. Ero sotto al tie break del primo set e poi ho ribaltato il risultato. Sapevo come giocava la russa, sia al servizio che con i suoi colpi molto forti. Mi sono piaciuta, perchè non ho mollato”. Nonostante l’emozione e la tensione che le provoca giocare a Roma: “Giocare qui provoca sempre un pò di tensione in tutte noi italiane. Io non riesco mai ad esprimere il mio tennis migliore. Anche oggi mi sono espressa al 70 per cento”. 

Superati i problemi fisici che l’avevano condizionata una settimana fa in Fed Cup, Roberta Vinci è ora proiettata al match di domani con la polacca Radwanska: “Sarà una partita dura – dice la tennista pugliese – lei è una tosta. Non serve forte ma gioca bene. Io la chiamo la 'professoressa': non ha un tennis brillante ma sa mettere la palla dove vuole. Sarà un bel match, il successo di oggi mi ha dato la carica”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400