Cerca

Taranto risucchiato da Foggia e Andria

Nella quindicesima giornata di ritorno della Prima Divisione di calcio, gli ionici, sconfitti dalla capolista Verona, scivolano in zona playout, agganciati proprio dai dauni (1-0 al Pescara) e dai baresi (3-0 al Pescina). In classifica, Taranto, Andria, Foggia e Ravenna 39, Giulianova 32, Pescina e Potenza (0-3 col Portogruaro) 31. Nel prossimo turno, scontri diretti Taranto-Andria e Cavese-Foggia
Taranto risucchiato da Foggia e Andria
Nel girone B della Prima Divisione di calcio vincono sia il Verona che il Portogruaro, mentre il Pescara cade sul più bello. Andiamo con ordine con la netta affermazione del Portogruaro sul terreno del Potenza; finisce 3-0 per la formazione di Calori. Mattielig, Altinier ed Espinal annullano la profezia del tecnico lucano Capuano che aveva promesso alla vigilia «il Potenza contro il Portogruaro non perderà». 

Torna alla vittoria il Verona che al «Bentegodi» supera il Taranto (un ultra pugliese è stato arrestato dalla polizia durante gli incidenti avvenuti prima dell’incontro) che adesso deve guardarsi seriamente le spalle; i gialloblù di Remondina ritrovano la vittoria dopo un mese grazie ad un tap-in del difensore Cangi. Sorprende invece lo stop del Pescara che aveva raggiunto la vetta totalizzando 4 vittorie e un pareggio (nello scontro diretto con il verona) nelle ultime partite. Gli adriatici di Eusebio Di Francesco sono costretti alla resa allo «Zaccheria» di Foggia dove risulta decisivo un gol di Millesi; i rossoneri sono in piena corsa per la salvezza. 

Il discorso play-off è tutt'altro che chiuso visto che dietro le prime tre si fermano praticamente tutte: la Ternana torna a casa piuttosto bastonata dalla trasferta sul terreno del Real Marcianise (4-0). Caduta grave anche quella della Reggiana (la 2^ consecutiva), battuta in casa dalla Spal (1-0), che ora torna a sperare. Battuta d’arresto anche per il Rimini, superato sul campo del Lanciano (1-0) con un gol di Improta. Speranze play-off anche per il Cosenza, nonostante con Glerean in panchina la formazione rossoblù abbia totalizzato solo due punti in tre partite; contro il Ravenna i rossoblù calabresi vanno sotto di due gol (doppietta di Piovaccari), poi rimediano con Danti e De Pascalis. 
E la squadra di Soda, fino a qualche settimana fa in lotta per i play-off, così come il Taranto, deve adesso lottare in questi ultimi due turni per evitare i play-out. L’Andria con un rotondo 3-0 supera il Pescina. La Cavese passa a Giulianova con gol di Turienzo e Nocerino.

PRIMA DIVISIONE - GIRONE B – 15ª GIORNATA RITORNO 

Andria - Pescina VdG 3-0 
Cosenza – Ravenna 2-2 
Foggia - Pescara 1-0 
Giulianova - Cavese 0-2 
Potenza – Portogruaro 0-3 
Real Marcianise – Ternana 4-0 
Reggiana - Spal 0-1 
Verona - Taranto 1-0 
Virtus Lanciano – Rimini 1-0 

CLASSIFICA: Portogruaro, Verona 55 punti; Pescara 52; Ternana, Reggiana 46; Rimini 45; Spal, Cosenza 42; Cavese 41; Lanciano, Real Marcianise* 40; Taranto, Andria, Foggia*, Ravenna 39; Giulianova 32; Pescina, Potenza 31. Potenza retrocesso d’ufficio * 1 un punto di penalizzazione 

PROSSIMO TURNO – 16ª GIORNATA RITORNO – 02/05 – ORE 15

Cavese - Foggia
Pescara – Potenza 
Pescina VdG – Reggiana 
Portogruaro – Cosenza 
Ravenna – Virtus Lanciano 
Rimini - Verona 
Spal - Real Marcianise 
Taranto – Andria 
Ternana – Giulianova

ORE 20:19 - INCIDENTI TRA TIFOSI, UN ARRESTO
Un ultra' del Taranto e' statoarrestato dalla polizia a Verona durante gli incidenti avvenuti, prima dell’incontro Hellas Verona-Taranto (Lega Pro Prima Divisione), tra le opposte tifoserie.
A scatenare gli incidenti, pare, 200 tifosi pugliesi che, giunti in auto nella città veneta, si sono fermati in un bar, nei pressi dello stadio, frequentato dai supporter veronesi. Le forze dell’ordine sono intervenute in tempo evitando che le due tifoserie venissero a contatto, arginando soprattutto i pugliesi che hanno reagito lanciando sassi.
Gli agenti hanno quindi accompagnato i tifosi tarantini nei parcheggi degli ospiti dove la maggior parte, per protestare contro l’arresto di un loro amico, non hanno voluto entrare nello stadio e hanno lanciato nuovamente oggetti contro le forze dell’ordine. Nel frattempo anche i tifosi scaligeri si sono avvicinati al parcheggio degli ospiti, lanciando anch’essi oggetti contro i pugliesi. La polizia è riuscita infine a riportare l’ordine, identificando numerosi facinorosi la cui posizione è ora al vaglio dell’autorità giudiziaria.
Non si sono segnalati più incidenti e dopo la partita la polizia ha scortato gli ultrà tarantini all’autostrada recuperando poi nel parcheggio, abbandonati dagli ospiti centinaia tra spranghe di gomma dura, petardi, razzi fumogeni e una cinquantina di bottiglie di vetro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400