Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 15:00

L'Italia di Pennetta in finale negli Usa

La ventottenne tennista brindisina ha conquistato il punto decisivo battendo Kvitova per 7-6(3), 6-2, in un’ora e 24', nella partita che ha aperto la seconda ed ultima giornata della sfida tra Italia e R. Ceca, finita 5-0 e valida per le semifinali della Fed Cup 2010. La tarantina Vinci non ha giocato il doppio. Azzurre in finale il 6 e 7 novembre prossimi negli Stati Uniti (Russia battuta 3-2)
L'Italia di Pennetta in finale negli Usa
ROMA - Le sorelle d'Italia del tennis volano per la quarta volta negli ultimi cinque anni in finale di Fed Cup. La formazione azzurra, capitanata da Corrado Barazzutti, non ha infatti avuto problemi a sbarazzarsi in semifinale della Repubblica Ceca, stesa con un netto 5-0. Adesso, per Flavia Pennetta, Francesca Schiavone, Sara Errani e Roberta Vinci, ci sarà da fare i conti con gli Stati Uniti (3-2 alla Russia). La selezione a stelle e strisce giocherà in casa il 6 e il 7 novembre prossimi. Si rinnova dunque la sfida che nell’atto conclusivo della Fed Cup 2009 fu vinta dalle azzurre a Reggio Calabria. La corazzata rosa del tennis italiano potrà cullare il sogno di centrare il tris dopo i successi dello scorso anno e del 2006.

Palcoscenico della straordinaria affermazione dell’Italia è stato lo stadio 'Nicola Pietrangelì, nel Parco del Foro Italico di Roma. Sulla terra rossa le azzurre hanno messo in mostra una netta superiorità che si è concretizzata nei quattro successi in singolare e con quello conclusivo in doppio. Il punto decisivo, quello del 3-0, è stato conquistato da Flavia Pennetta ai danni di Petra Kvitova (sconfitta in due set col punteggio di 7-6, 6-3), schierata dal capitano ceco Petr Pala al posto di Lucie Safarova, la numero uno ceca, fermata da un problema alla spalla che nella prima giornata le ha permesso di raccogliere solo due game contro la Schiavone.

Ad arrotondare il punteggio finale è stata soprattutto Sara Errani che, prima in singolo e poi in doppio con Francesca Schiavone, ha completato il 'cappottò alla Repubblica Ceca. “Queste ragazze hanno scritto un’altra pagina storica per il tennis italiano – è stato il commento di Barazzutti – Hanno meritato la standing ovation del pubblico del Foro Italico. Passeranno degli anni per ritrovare un gruppo così. Formano davvero una grande squadra”.

A pensarla allo stesso modo è, ovviamente, Flavia Pennetta: “Sembra facile essere arrivate ancora in finale ma non lo è - ha puntualizzato la campionessa brindisina – Nessuna di noi è la numero uno o la numero due del mondo, ma la nostra squadra è la più forte del mondo. Questa quarta finale in cinque anni è importante non solo per il tennis femminile ma per tutto lo sport italiano”.

Sul possibile avversario da incontrare nella finale che l'Italia giocherà in trasferta, poi, la Pennetta ha dimostrato di avere le idee chiare: “Se potessi scegliere preferirei gli Stati Uniti: magari dopo la finale ci scappa anche una piccola vacanza. Ad ogni modo siamo concentrate su noi stesse: non stiamo troppo a guardare le altre”. Anche perchè vista la forza con cui l’Italtennis rosa ha spazzato via la Repubblica Ceca, saranno le altre a doversi preoccupare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione