Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 09:25

Pennetta&Schiavone Italia-Repubblica Ceca 2-0

Doppio vantaggio dopo la prima giornata della semifinale di Fed Cup di tennis in corso a Roma. La brindisina Pennetta ha conquistato il primo punto battendo Hradecka in due set, col punteggio di 6-4, 7-5. Poi l’azzurra Schiavone ha bissato superando nettamente Safarova 6-0, 6-2. Domenica gli altri due singolari e il doppio (con la tarantina Vinci in campo). Alle azzurre basta un altro punto per la finale
Pennetta&Schiavone Italia-Repubblica Ceca 2-0
ROMA – Quarta finale di Fed Cup in cinque anni oramai ad un passo per l’Italtennis femminile. La terra battuta del 'Pietrangelì al Foro Italico porta bene alle azzurre, che mettono in cassaforte i primi due singolari della semifinale con la Repubblica Ceca terminando sul 2-0 la giornata inaugurale di una sfida che domani non dovrebbe riservare sorprese. Nel primo singolare Flavia Pennetta ha sconfitto per 6-4 7-5, in un’ora e quaranta minuti di gioco, Lucie Hradecka, mentre nel secondo Francesca Schiavone si è imposta per 6-0 6-2, in un’ora e dieci minuti di partita, su Lucie Safarova. 

Domani, alle 12.30, si riprenderà con il match tra le numero uno delle due formazioni, Flavia Pennetta e Lucie Safarova; a seguire la sfida tra Francesca Schiavone e Lucie Hradecka ed in conclusione il doppio tra la coppia azzurra Sara Errani-Roberta Vinci e quella ceca Petra Kvitova-Kveta Peschke. 

Qualche problema, ma solo di approccio, lo ha avuto Flavia Pennetta, che dopo essersi trovata sotto 4-1 contro la Hradecka prende le misure alla sua avversaria infilando un parziale di cinque giochi consecutivi (6-4). Seconda frazione fotocopia: la ceca scappa avanti 2-0 e poi fino al 4-1 ma la numero uno azzurra la riaggancia sul 4 pari, la ceca sale 5-4 ma la brindisina mette in fila altri tre giochi e chiude 7-5 tra l'entusiasmo del pubblico. «Ero tesa e nervosa perchè questo primo match era importante – racconta Flavia Pennetta – Hradecka è una che ti da poco ritmo, serve bene ed accellera quando meno te lo aspetti. Sono soddisfatta per aver portato il punto alla squadra pur non avendo giocato il mio miglior tennis, questi sono match che ti danno carica e grinta». 

Fila tutto liscio, invece, per Francesca Schiavone, autrice contro la Sarafova di un incontro a senso unico. La Leonessa è perfetta nel primo parziale (6-0), nel secondo parziale la ceca offre un pò più di resistenza ma solo fino al due pari: dopo in campo c'è solo la milanese, che si merita anche una standing ovation su un drop-shot sul 4-2. «Va benissimo, ma dobbiamo portare a casa un altro punto – precisa il capitano azzurro Corrado Barazzutti – Bisogna restare concentrati. Per la Pennetta è stato difficile giocare per prima, e su un campo così pesante: ma ci ha messo davvero il cuore. La Schiavone è stata bravissima, c'è poco da dire. Queste ragazze sono più forti sicuramente anche della squadra maschile vincitrice della Coppa Davis del 1976: sono i risultati che parlano chiaro per loro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione