Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:14

Taranto sbarca in Veneto Passiatore, ultimi dubbi

Gli ionici sono a Verona per concentrarsi al meglio in vista della delicata sfida della Prima Divisione di calcio con una delle tre attuali capoliste del girone (le altre sono Portogruaro e Pescara). Sono partiti in 19. A casa sono rimasti gli squalificati Migliaccio e Calori, l’infortunato Panarelli, nonchè Coppola, Cortese, Innocenti, Scarpa i quali da qualche domenica a questa parte non vengono convocati
Taranto sbarca in Veneto Passiatore, ultimi dubbi
di Giuseppe Dimito

TARANTO - Il Taranto è da ieri sera a Verona per concentrarsi al meglio in vista della delicata sfida di domani con una delle tre attuali capoliste del girone (le altre sono Portogruaro e Pescara). Sono partiti in 19. A casa sono rimasti gli squalificati Migliaccio e Calori, l’infortunato Panarelli, nonchè Coppola, Cortese, Innocenti, Scarpa i quali da qualche domenica a questa parte non vengono convocati. Passiatore non ha annunciato la formazione ufficiale, ma a meno di stravolgimenti dell'ultim'ora, dovrebbe dar seguito all'undici visto giovedì allo Iacovone nell'amichevole con il Crispiano. Modulo ovviamente compreso: 3-5-2. Al «Bentegodi» dovrebbero scendere in campo Bremec; Imparato, Prosperi, Colombini; Cuneaz, Giorgino, Quadri, Rajcic, Bolzan; Ferraro e Falconieri.

Nelle intenzioni del trainer rossoblù la nuova disposizione dovrebbe assicurare la più ampia copertura del campo e ripartenze più rapide. Ma è indispensabile che le due punte, Ferraro e Falconieri, facciamo un pressing alto direttamente sui difensori veneti.

Il match implica risvolti importanti in classifica. Ovviamente bisognerà seguire i risultati della concorrenza ma se Prosperi e compagni dovessero riuscire a lasciare il «Bentegodi» imbattuti, le porte della permanenza si schiuderebbero sensibilmente e crescerebbe il morale dell'intero entourage rossoblù.

Il Verona, nelle ultime tre partite, ha conquistato solo 2 punti, frutto di pari interno ed uno esterno, perdendo a Marcianise. Il bilancio complessivo interno è di 5 pareggi, 1-1 con Cavese e Spal all'andata; 2-2 con Lanciano e Potenza e 0-0 con il Pescara al ritorno (11 aprile scorso) e di due sole sconfitte, 0-1 con il Rimini all'andata e 1-2 con la Reggiana il 7 marzo scorso.

I tifosi tarantini ci saranno. Dovrebbero essere circa un centinaio e non faranno mancare il loro sostegno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione