Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 21:39

Castellana, uno sprint vincente s'impone a Padova al quinto set

Impresa della Bcc Nep Castellana Grotte che, con una splendida rimonta al termine di una vera e propria battaglia sul difficile campo veneto, chiude in gara due il conto con la Pallavolo Padova e conquista l’accesso alle semifinali dei playoff promozione di serie A2 di pallavolo. Ora affronterà Crema, vincitrice del confronto con Sora. Semifinali che, da disputare al meglio delle tre gare, cominceranno giovedì 29 aprile
Castellana, uno sprint vincente s'impone a Padova al quinto set
Padova-Castellana Grotte 2-3 

PADOVA: Tiberti 4; De Marchi 19; Cricca 10, Polidori 8; Koshikawa 13, Barcala 14; Garghella (L), Kubiak 1, Maniero 1, Busi, Gottardo, Zingaro. All. Montagnani
CASTELLANA: Mattera 1; Evandro 21; Insalata 11, Jardel 9; Gallotta 11, Castellano 5; Vicini (L), De Palma, Popelka 9. Non entrati: Giosa, Pagano, Guglielmi, Matheus. All. Lattari
ARBITRI: Gelati di Motteggiana (Mn), Andreoni di Milano
NOTE: PROGRESSIONE SET 25-19 (27’), 25-17 (26’), 22-25 (30’), 19-25 (25’), 12-15 (18’) per un totale di 2 ore e 06’. Battute vincenti: Padova 12, Castellana 3. Battute sbagliate: Padova 17, Castellana 21. Spettatori 1.777

PADOVA - Impresa della Bcc Nep Castellana Grotte che, con una splendida rimonta al termine di una vera e propria battaglia sul difficile campo veneto, chiude in gara due il conto con la Pallavolo Padova e conquista l’accesso alle semifinali in cui affronterà la Samgas Crema, vincitrice del confronto con Sora. Semifinali che, da disputare sempre al meglio delle tre gare, cominceranno giovedì 29 aprile.

Che fosse necessaria un’impresa la New Mater lo comprende sin dalle battute iniziali: l’aggressivo approccio di Padova (5-1) costringe Lattari a richiamare subito i suoi. Vantaggio che i veneti riescono a tutelare e ad incrementare fino alle fasi finali del set (22-17). Il tentativo di recupero castellanese si spegne quasi sul nascere (23-19) anche perché il talentuoso opposto De Marchi sfodera l’uno-due micidiale in attacco e a muro (25-19).

La reazione castellanese non è poi così veemente nel secondo parziale più equilibrato nelle fasi iniziali. I tanti errori al servizio dei pugliesi e l’ennesimo attacco di De Marchi sanciscono il primo vero break (14-11), che di fatto lancia Padova alla conquista ancor più agevole del parziale nonostante le pause e i tentativi tecnici di Lattari che sul 19-12 sostituisce uno spento Castellano con Popelka. Set chiuso da un errore in attacco di Jardel (25-17).

La grande rimonta castellanese comincia nel terzo set in cui i giallo-blu accelerano nelle fasi centrali (13-16, 15-20), hanno diverse occasioni per chiudere (19-24), ma subiscono anche il recupero Padova (22-24), prima del punto decisivo.

Sull’onda dell’entusiasmo capitan Insalata e compagni riescono a riportare la gara in parità grazie ad un quarto set convincente (19-25) e poi completano l’opera nel tiratissimo tie-break (1-3, 4-7, 6-10), chiuso proprio dal muro di Insalata (12-15).

[cap.em.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione