Cerca

Matarrese: Perinetti? Tutto può succedere

«Perinetti? Tutto può succedere»: ha risposto così il presidente del Bari, Vincenzo Matarrese, alla domanda sul futuro del rapporto con il direttore sportivo (che ha un contratto già sottoscritto per altri due anni). Rispetto a qualche mese fa, la proprietà del club biancorosso mette in conto un possibile divorzio dal dirigente e Perinetti è corteggiato dal Siena. Ma anche il direttore sportivo del Bari oggi ha parlato ai giornalisti: «Al momento opportuno - ha detto - faremo delle riflessioni e spero si concluda tutto nel migliore dei modi, nell'interesse del Bari soprattutto»
Matarrese: Perinetti? Tutto può succedere
BARI – «Perinetti? Tutto può succedere»: ha risposto così il presidente del Bari, Vincenzo Matarrese, alla domanda sul futuro del rapporto con il direttore sportivo (che ha un contratto già sottoscritto per altri due anni). Rispetto a qualche mese fa, la proprietà del club biancorosso mette in conto un possibile divorzio dal dirigente che ha portato a termine con ottimi risultati le ultime tre campagne acquisti e gli ultimi due campionati (una promozione in A ed una salvezza quasi matematica). Perinetti è corteggiato dal Siena. Il patron, intervenuto ad una conferenza stampa al San Nicola per una iniziativa in collaborazione con il Comune, ha fotografato così la situazione del club: «I giocatori sono mortificati per le ultime sconfitte. Tutti volevamo andare in Europa, ma non siamo il Milan. Non possiamo avere trenta ricambi, tutti dello stesso livello. I programmi futuri verranno tracciati in sede, nelle prossime riunioni. Abbiamo molto da lavorare». 

PERINETTI, BASTA PARLARE MIO FUTURO 
«Del mio futuro non voglio parlare più. Non è importante Perinetti. Al momento opportuno faremo delle riflessioni e spero si concluda tutto nel migliore dei modi, nell’interesse del Bari soprattutto». Lo ha detto oggi il direttore sportivo del Bari, Giorgio Perinetti, a margine della presentazione di un progetto sull'affido familiare, in relazione alle voci su un presunto divorzio dalla società pugliese per approdare al Siena. 

Circa i tempi di chiarimenti con il Bari, ha aggiunto: «Avevo detto fine mese perchè mi sembrava un periodo giusto, come fatto negli anni scorsi, ma la data o il giorno esatto ora non importa. Abbiamo fatto degli incontri e visto quali potevano essere le necessità. Poi, per la fase operativa, si vedrà». 

«Non ho mai chiesto alla società – ha precisato – ulteriori investimenti economici. Lavoro con quello che è possibile fare cercando di farlo al meglio. Tutto quello che succederà sarà condiviso, ha detto il presidente Matarrese, ed io condivido». «Senza una proprietà forte che si impegna – ha detto ancora Perinetti – non si può fare nulla. I programmi li deve impostare la società e io devo cercare di realizzarli. Ci sarà tempo e modo per parlare di tutto. Cerco di proporre delle cose che possono migliorarci e penso al presente, ma continuare e parlare del futuro di Perinetti fa solo perdere tempo». 

«In queste quattro partite rimanenti – ha concluso il dirigente – dobbiamo cercare di non rovinare quanto di buono è stato fatto in questa stagione, pur nell’emergenza assoluta in cui la squadra si è venuta a trovare. Stiamo lavorando, abbiamo fatto diverse cose e altre sono state improntate: siamo su Almiron, Ranocchia e Barreto. C'è un tecnico che abbiamo confermato e che ha fatto bene, c'è una squadra che ha dimostrato dei valori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400