Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:10

Il Napoli sbanca Bari Doppietta di Lavezzi

Nella trentaquattresima giornata della serie A di calcio, i biancorossi, ormai salvi, si fanno battere dai partenopei, ancora in corsa per un posto in Europa. La formazione di Ventura, in campo largamente rimaneggiata, subisce la terza sconfitta di fila. L'attaccante argentino segna una rete per tempo, prima al 28' e poi al 57'. Almiron dimezza al 75'. Finisce 1-2 per la delusione dei tifosi baresi
• Inviata "Quelli che..." litiga con i tifosi
• I risultati: pari Palermo, Samp ok
La classifica: Bari sempre a quota 43
I cannonieri: Almiron, quarta rete
• Il prossimo turno: Juventus-Bari
Il Napoli sbanca Bari Doppietta di Lavezzi
BARI-NAPOLI 1-2 (0-1 nel primo tempo)

BARI (4-4-2): Gillet 6.5; Belmonte 5.5, A. Masiello 6, Bonucci 5, Parisi 5; Alvarez 6.5, Gazzi 6, De Vezze 5.5 (13'st Almiron 7), Allegretti 5 (25'st S.Masiello 6); Barreto 5, Castillo 5 (13'st Sforzini 5) In panchina: Padelli, Stellini, Gosztonyi, Koman Allenatore: Ventura 5.5.
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis 6; Santacroce 6, Rinaudo 6.5, Grava 6; Campagnaro 6.5, Gargano 5.5, Pazienza 6 (34'st Bogliacino sv), Zuniga 6.5; Hamsik 6, Lavezzi 7.5; Denis 5 (39'st Dossena sv) In panchina: Iezzo, Rullo, Iuliano, Maiello, Hoffer. Allenatore: Mazzarri 6.5.
ARBITRO: Bergonzi di Genova 6.
RETI: 28'pt e 12'st Lavezzi, 30'st Almiron.
NOTE: pomeriggio nuvoloso, terreno in discrete condizioni. Angoli: 1-0 per il Napoli. Ammoniti: A.Masiello, Santacroce, Gazzi, Grava, Zuniga. Recupero: 1'; 5'.

BARI – Due lampi di Lavezzi e poco altro: ma al Napoli basta (e avanza) la doppietta del Pocho per sbancare il San Nicola e tornare in corsa per la Champions, anche se i gol nel finale di Pazzini ed Hernandez smorzano l’entusiasmo partenopeo. Scatenato Lavezzi: un gol per tempo, splendido il primo (bolide da 25 metri), da attaccante di razza il secondo. Nel giorno in cui manca Quagliarella, Lavezzi si mette sulle spalle il Napoli alla conquista di una vittoria esterna che mancava dal 24 gennaio e che nel finale il Bari mette in discussione grazie ad Almiron, entrato nella ripresa e autore del gol dell’1-2, oltre che ispiratore di manovre interessanti. Pur soffrendo nel finale, il Napoli ha comunque meritato la vittoria. 

Pronti-via e subito proteste pugliesi per un intervento in chiusura di Campagnaro su Allegretti: l’arbitro fa proseguire, resta qualche dubbio. Il Napoli spinge bene sulle fasce, presidiate da Campagnaro e Zuniga: l'ex doriano protagonista di un’ottima azione al 10', dribbling su Parisi e tiro-cross, poi il pallone finisce a Zuniga che preferisce calciare da posizione defilata piuttosto che darla al centro. Poi ci pensa Gillet, nell’azione successiva a impedire ad Hamsik di portare avanti il Napoli. 

Napoli che si schiera con il solito modulo (3-4-2-1) nonostante le assenze di quattro pedine fondamentali come Maggio, Quagliarella, Aronica e Cannavaro. Out anche il febbricitante Cigarini. Lavezzi arretra il suo raggio d’azione e affianca Hamsik a sostegno di Denis. Dietro si rivede Santacroce, con Rinaudo e Grava a completare il reparto. Non se la passa meglio di certo Ventura, alle prese con otto defezioni: Barreto gioca con Castillo in attacco. 

De Sanctis non corre rischi, Alvarez protesta per una spinta di Pazienza in area: anche in questo caso Bergonzi lascia correre. Il Napoli continua a farsi preferire, ma crea poco: ci vuole un’invenzione, la trova Lavezzi. Al 28', il Pocho indovina una splendida traiettoria da circa 25 metri e per Gillet non c'è nulla da fare. Napoli in vantaggio. Il Bari non punge, ci pensa Rinaudo a mettere in difficoltà De Sanctis con un retropassaggio rischiosissimo cui il portiere riesce comunque a rimediare. 

Stessi 22 in campo dopo l’intervallo: botta e risposta tra Denis (alto) e Allegretti (para De Sanctis), poi il Napoli trova lo spazio per raddoppiare. Percussione centrale di Zuniga, un contrasto con Gazzi lancia Lavezzi e l’argentino, freddissimo, batte nuovamente Gillet. È il 12', Ventura cambia: dentro Sforzini e Almiron per Castillo (fischiatissimo) e De Vezze. Una punizione di Allegretti non crea problemi a De Sanctis, il Bari non riesce proprio ad alzare i ritmi e la squadra di Mazzarri riesce a difendersi con grande ordine. Bella combinazione Barreto-Allegretti con conclusione finale troppo alta del centrocampista. 

Sembra finita, ma alla mezz'ora Almiron rimette in discussione il risultato: splendido colpo di testa dell’argentino su cross di Alvarez. Il Napoli si spaventa un pò. E rischia grosso qualche istante dopo, con Sforzini che arriva in ritardo di un soffio su uno splendido invito di Almiron, grandissimo impatto il suo. Bogliacino per Pazienza è la mossa di Mazzarri per provare a «congelare» il gioco, addormentare il ritmo furioso dei pugliesi. Poi Dossena per Denis. Missione compiuta, il Napoli passa e continua a lottare; il Bari (un punto nelle ultime quattro partite) è solo lontano parente di quello ammirato fino a qualche mese fa. Ma la salvezza è un argomento già sicuro da tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione