Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 17:09

Mediaset-Roma, accordo per il digitale terrestre

Dopo Inter, Juventus e MIlan, acquisiti i diritti per le gare casalinghe dei giallorossi, cui vanno 22 milioni di euro in cambio anche della prelazione sui diritti criptati dal 2007-08. Tre anni di contratto dal 2004 pure con Atalanta, Livorno, Messina e Sampdoria
ROMA - Mediaset ha reso noto di aver acquisito i diritti per il digitale terrestre delle squadre di Roma, Atalanta, Livorno, Messina e Sampdoria. L'accordo si riferisce alle trasmissioni in Italia, con accesso condizionato a pagamento, delle partire interne di campionato via digitale terrestre, via cavo e Adsl, per tre anni a partire dal prossimo campionato e cioè le stagioni 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007.
Anche i diritti di Roma, Atalanta, Livorno, Messina e Sampdoria per il campionato 2004-2005, come i precedenti di Inter, Juventus e MIlan - spiega l'azienda di Cologno Monzese - verranno utilizzati da Mediaset a titolo sperimentale per il digitale terrestre e quindi l'offerta commerciale tv al pubblico potrà formalizzata a partire dalla stagione 2005-2006.
Questa offerta - spiega ancora l'azienda - si affiancherà ai canali gratuiti per il digitale terrestre che Mediaset sta progettando: primo fra tutti il nuovo canale dedicato ai bambini che Mediaset lancerà insieme a Turner Broadcasting entro il 2004.
Nelle casse della Roma entreranno 22 milioni di euro. E' lo stesso club giallorosso ad annunciarlo, confermando con un comunicato l'avvenuto accorto con Rti di un accordo che comprende anche un diritto di prelazione sui diritti criptati dalla stagione. La Roma comunica che oggi «è stato sottoscritto con Reti Televisive Italiane spa un contratto di licenza avente ad oggetto il diritto di trasmissione in Italia, a pagamento e ad accesso condizionato, delle partite interne della prima squadra del campionato italiano, per le stagioni sportive 2004/5, 2005/6, 2006/7 tramite digitale terrestre, cavo e Adsl». «In tale ambito - prosegue il comunicato - l'As Roma ha altresì concesso a Reti televisive Italiane il diritto di prima negoziazione e prelazione sui diritti criptati delle partite interne della prima squadra, del campionato italiano, dalla stagione sportiva 2007/8, nonché il diritto di opzione per partite interne delle Coppe europee per le stagioni sportive 2007/8, 2008/9 e 2009/10» «A fronte della concessione di tale licenza e di suddetti diritti - conclude il comunicato - è previsto il riconoscimento da parte di Reti Televisive Italiane del corrispettivo complessivo di 22 milioni di euro, oltre Iva, di cui euro 14.5 milioni, oltre Iva, da versarsi entro il 1x settembre 2004, ed euro 7,5 milioni, oltre Iva, da versarsi in parti uguali nel corso del presente esercizio sociale e nei successivi due».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione