Cerca

Bari, Ventura ai suoi Andremo avanti  anche senza Perinetti

«C'è un programma per il futuro del Bari. Lo sta portando avanti il direttore sportivo, Giorgio Perinetti. La conferma di Barreto e Almiron va in questa direzione e stiamo lavorando per concludere queste due operazioni». L’allenatore dei pugliesi, Giampiero Ventura, ha spiegato così cosa bolle in pentola nella società. «Certo, se Perinetti dovesse andare via – ha aggiunto - sarebbe una perdita pesante. Ma proseguiremmo a lavorare»
Bari, Ventura ai suoi Andremo avanti  anche senza Perinetti
BARI – «C'è un programma per il futuro del Bari. Lo sta portando avanti il direttore sportivo, Giorgio Perinetti. La conferma di Barreto e Almiron va in questa direzione e stiamo lavorando per concludere queste due operazioni». L’allenatore dei pugliesi, Giampiero Ventura, ha spiegato così cosa bolle in pentola nella società. «Certo, se Perinetti (il ds è corteggiato da altri club, primo tra tutti il Siena, ndr) dovesse andare via – ha aggiunto - sarebbe una perdita pesante. Ma proseguiremmo a lavorare sulla linea che ha già tracciato. Non voglio azzerare il sogno di una città: Bari merita molto calcisticamente, ha una ricchezza assoluta, i 60 mila spettatori che gremiscono il San Nicola li possono avere solo altre tre città d’Italia. Questo campionato è stato l’anno zero. Il futuro passa dalla programmazione, dal lavoro, dalla costruzione di un progetto tattico e dalla crescita di tutto l’ambiente». 

Sulla debacle di Siena, che ha molto irritato la tifoseria, ha poi puntualizzato: «Anche a Livorno avevamo lasciato per strada una vittoria, ma in quel caso il pareggio era stato frutto di un approccio alla ripresa troppo rilassato. Stavolta non riesco a spiegarmi cosa possa essere accaduto nel secondo tempo del Franchi». Domenica arriva il Napoli: «Saremo ancora in emergenza, Bonucci oggi si è fermato. Ma proveremo come sempre a vincere. Contro una Roma con nove nazionali, abbiamo ben figurato, perdendo solo a causa di un gol di pregevole fattura. Ma se avessimo pareggiato, nessuno poteva gridare allo scandalo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400