Cerca

La Florens Castellana appagata contro Novara non punge affatto

La Cgf Recycle cede nettamente nella gara 1 dei playoff scudetto di pallavolo femminile. Ma è una sconfitta indolore perché è stata già una grande vittoria solo disputare questa partita. Conquistata meritatamente la salvezza, le biancorosse provano a rendere più bella la stagione, ma non riescono a rovinare il piano delle aversarie. Le piemontesi possono chiudere in gara 2 (mercoledì 14 aprile alle ore 20,15)
• La Mater trova Padova verso il salto in A1
La Florens Castellana appagata contro Novara non punge affatto
Florens Castellana-Novara 0-3 

Florens Dalia 1 - Nagy 6, Soninha 13 - Lipicer 19, Labate 7 - Ritschelova 7, Sansonna (L); Agostinetto, Cardani (L). N.e. Jontes, Caracuta, Moretti. All. Radogna
Novara Kirillova 2 - Kozuch 13, Barcellini 10 - Tom 22, Paggi 10 - Barazza 10, Sirressi (L); Rosso, Flier 2, Camera. N.e: Podolec, Scarabelli, Zardo. All. Paglialunga
Arbitri Vagni di Perugia e Longo di Principina Terra (Gr)
NOTE Progressione set: 16-25 (23’), 29-31 (32’), 23-25 (26’). Tot. 1h21’ Castellana: b.s. 3, b.v. 2, Novara : b.s. 8, b.v. 1.

CASTELLANA-GROTTE - La Cgf Recycle cede nettamente al Novara nella gara 1 dei playoff scudetto. Ma è una sconfitta indolore quella subita dal sestetto di Donato Radogna perché per il sodalizio del presidente Netti è una grande vittoria solo disputare questa partita. Conquistata meritatamente la salvezza, le biancorosse provano a rendere più bella la stagione, ma non riescono a rovinare i piani della più quotata Novara, società iscrittasi al campionato con ben altre ambizioni. Infatti le motivazioni in campo giocano un ruolo fondamentale: concentrate e quadrate fin dall'inizio le giocatrici piemontesi, distratte e confuse le pugliesi che pagano il difficile avvio di partita e la differente caratura tecnica. Mercoledì Castellana tenterà il miracolo a campi invertiti per protrarre la sfida all'eventuale “bella” del giorno dopo. Sognare non costa nulla, anche se il futuro della pallavolo femminile castellanese, dopo l'allarme lanciato nelle scorse settimane, resta incerto.

Inizia male la Florens che va subito sotto per gli attacchi e i muri di Tom e Kozuch (0-4). Novara è inarrestabile e dilaga con il block out di Barcellini (3-10). Lipicer e Ritschelova provano a rilanciare le padrone di casa (7-15) ma le novaresi riescono a condurre in porto il set anche grazie alle prodezze in difesa di Sirressi. L'opposto Kozuch conclude con un perfetto mani-fuori (16-25). Equilibrata ed avvincente la seconda partita: la potente schiacciata di Barcellini sembra allontanare Novara (6-10), ma l'infrazione fischiata a Kirillova - netta la doppia della palleggiatrice dal doppio passaporto russo e croato – porta le squadre in parità (13-13). La Florens acquista fiducia e, dopo aver annullato due set-point, ha ben sette occasioni per portarsi in pareggio: gli sprechi baresi vengono capitalizzati, invece, da Barcellini in diagonale (29-31). Nel terzo parziale la Cgf Recycle non molla e prova ad insidiare le avversarie con Soninha (8-7). L'errore in “pipe” di Nagy ribalta la gara a favore delle ospiti (14-16) che riescono ad aggiudicarsi la contesa con il primo tempo di Paggi (23-25).

Gianluca Cascione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400