Cerca

Pennetta da record Ecco il nono successo

Nono centro in carriera per la ventottenne tennista brindisina dopo Sopot nel 2004, Bogotà e Acapulco nel 2005, Bangkok nel 2007, Vina del Mar e Acapulco nel 2008, Palermo e Los Angeles nel 2009. Si è aggiudicata a Marbella il titolo all’«Andalucia tennis Experience», torneo Wta dotato di un montepremi di 220mila dollari superando in finale per 6-2, 4-6, 6-3, in poco più di due ore di gioco, la spagnola Suarez Navarro
Pennetta da record Ecco il nono successo
BRINDISI - Nono centro in carriera per Flavia Pennetta che si è aggiudicata il titolo all’«Andalucia tennis Experience», torneo Wta dotato di un montepremi di 220mila dollari che si è concluso sui campi in terra rossa di Marbella, in Spagna.

In finale la 28enne brindisina, seconda favorita del seeding, ha sconfitto per 6-2, 4-6, 6-3, in poco più di due ore di gioco, la spagnola Carla Suarez Navarro, ottava testa di serie. Dopo un primo set a senso unico per l’azzurra (6-2), nel secondo parziale la spagnola ha aumentato la pressione mettendo a segno diversi colpi vincenti, riportando in parità il conto dei set grazie ad un break al decimo gioco (6-4). Nella frazione decisiva per due volte break per Flavia ma è stata immediata la risposta della Suarez Navarro, con la Pennetta che ha fallito diverse opportunità per il 3-1, commettendo qualche errore di troppo.

Nel sesto gioco è stata la spagnola ad avere due palle break consecutive ma Flavia si salva (3-3) e nel gioco successivo è lei a strappare la battuta all’avversaria, ad allungare poi ulteriormente sul 5-3 (salvando una palla break) ed a siglare il definitivo 63 al secondo match point con un altro break (un passante di rovescio lungolinea sul quale arriva l’errore della Suarez Navarro).

«Io sono semplicemente stata più determinata e precisa della mia avversaria alla fine, nei momenti decisivi del match - ha detto Flavia Pennetta -. Sono partita bene, ma poi nel finale del secondo set ho accusato un pò di stanchezza e Carla ha cominciato a giocare con maggiore aggressività. Avrei potuto vincere in due set, ma ho dovuto ricominciare tutto da capo nel terzo. Dal 3-1 in poi ho cominciato a giocare davvero bene, senza concedere nulla a Carla che comunque avrà in futuro molte chance di vincere questo torneo. È stata una settimana fantastica: tornerò sicuramente il prossimo anno».

Per la brindisina si tratta del nono titolo Wta in carriera (sette sulla terra battuta, due sul cemento) su diciannove finali disputate (record italiano, ha scavalcato Sandra Cecchini che si è fermata a quota 18): quest’anno la Pennetta aveva già giocato la finale ad Auckland perdendo dalla belga Wickmayer. La 28enne pugliese, prima tennista azzurra ad entrare nelle top ten lo scorso 17 agosto, nella classifica delle azzurre più titolate della storia è seconda: davanti a lei c'è solo la Cecchini, che di titoli ne ha vinti 12. La Pennetta, oltre Marbella, ha vinto Sopot nel 2004, Bogotà e Acapulco nel 2005, Bangkok nel 2007, Vina del Mar e Acapulco nel 2008, Palermo e Los Angeles nel 2009.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400